Roma Storie e Misteri: CROCIFISSIONE E ARTE

I Misteri e le Storie di Roma

Roma è piena di storie vere, inventate e alcune macabre. Ecco questa volta parliamo di una storia macabra che riguarda il crocifisso che si trova nella chiesa di San Marcello al Corso.

Questo crocifisso è considerato un capolavoro per il realismo che esprime, ma dietro questo capolavoro si nasconde una storia macabra.

Si racconta che l’autore (anonimo) di questa opera per renderla più realistica possibile uccise un carbonaio nel sonno e ne catturò l’agonia disegnando su un foglio l’espressioni di dolore e morte. Queste espressioni furono poi riportate nella scultura.

A questo crocifisso vengono attribuiti dei miracoli. Il primo risale alle notte tra il 22 e il 23 maggio del 1519 quando la chiesa dove si trovava fu distrutta
da un grosso incendio. La mattina dopo, in mezzo alle macerie, trovarono il crocifisso intatto.

Tre anni dopo, mentre Roma era afflitta dalla peste, il Papa si rivolse al crocifisso che per portò in processione per le strade dei rioni di Roma. Dopo 2 settimane la peste sparì.

Roma Storie e Misteri: I PONTI LEVATOI DI ROMA

I Misteri e le Storie di Roma

In passato Roma ha avuto due ponti levatoi sul Tevere che permettevano la navigazione delle navi che risalivano il fiume fino ai porti fluviali che aveva la città.

Di questi due ponti solo uno era sopravvissuto al tempo (almeno fino al 2021), quello che a Roma era conosciuto come il “Ponte di Ferro” (ma che in realtà adesso si chiama Ponte dell’Industria) che collegava il quartiere Portuense con il quartiere Ostiense. Purtroppo quest’anno è andato distrutto dalle fiamme.

Il ponte fu costruito nel 1863 e si chiamava ponte San Paolo, serviva come attraversamento ferroviario per collegare Roma con Civitavecchia. Questo ponte ha lavorato per circa 40 anni, poi è stato convertito al passaggio delle automobili.

Il secondo ponte non ha avuto la stessa fortuna, i suoi resti si trovano nel fiume poco prima del viadotto della Magliana.

Social Media Formatter: sistemiamo i nostri testi

Social Media Formatter uno strumento utile per sistemare i testi

Da quando sono sul web sono sempre alla ricerca di strumenti che mi possono aiutare nelle attività lavorative e non solo. Se poi questi strumenti sono online, quindi non necessitano di una installazione sul pc, è anche meglio.

Spesso quando scriviamo i post sui nostri Social, per quanto possiamo stare attenti, questi non sono mai formattati bene. Ecco oggi vi voglio parlare proprio di uno strumento che ci aiuterà proprio nel sistemare bene i nostri testi.

SOCIAL MEDIA FORMATTER

Ho scoperto questo strumento grazie a Robin Good e da quando l’ho scoperto lo uso praticamente ogni volta che devo pubblicare qualche cosa. Lo strumento online si chiama Social Media Formatter.

Una volta arrivati sul sito vi troverete davanti una pagina con un box dove potete inserire il testo (mantenendo le spaziature e righe vuote fra paragrafi) che poi verrà pubblicato sui vostri Social.

A destra del box testo trovate un piccolo box con alcune icone che potete inserire all’interno del vostro testo.

Una volta terminato vi basterà cliccare sul tasto “Formatta e Copia” e il vostro post è pronto. Ora vi basterà fare incolla dove volete creare il vostro post (Facebook, Instagram, Twitter etc…).

CONCLUSIONE

Questo strumento è molto semplice ma molto utile, tu lo conoscevi? Ne conosci altri di questi strumenti?

Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: Andrea Toxiri.