TAG alcuni chiarimenti e approfondimenti

Approfondimento sui TAG

 

Eccoci ad una nuova puntata con la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo“, questa volta mi è arrivata una richiesta di approfondimento di un argomento trattato in un vecchio post.

Il mese scorso ho scritto un post dove spiegavo il perché, e il come, usare TAG e CATEGORIE nei post scritti con WordPress. Il post ha ottenuto un buon feedback da parte dei lettori, Federico  in particolare mi ha chiesto un approfondimento per quanto riguarda i TAG.

 

APPROFONDIMENTO TAG

Prima di iniziare riprendiamo la definizione (che trovate su wikipedia) già usata nel precedente post:

 

“Un tag (cioè etichetta, marcatore, identificatore) è una parola chiave o un termine associato a un’informazione (un’immagine, una mappa geografica, un post, un video clip …), che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni basata su parole chiave. I tag sono generalmente scelti in base a criteri informali e personalmente dagli autori/creatori dell’oggetto dell’indicizzazione. Tuttavia i tag possono anche essere usati in modo improprio, ovvero fornire indicazioni riguardo all’opinione che qualcuno ha di un’opera e quindi essere correlati al consumatore del contenuto e non al contenuto in sé. Da qui si evince come il semplice associare tag non sia sufficiente a dare un livello semantico alla rete[1], sebbene alcuni includano il meccanismo del tagging nel web semantico.”

 

I tag (o meglio conosciuti come hashtag) sono nati per (e su) Twitter, successivamente si sono diffusi anche su Facebook, Instagram e Google+. Alcuni “puristi” dei Social dicono che i tag hanno senso solamente su Twitter, secondo me no.

Ok la definizione l’abbiamo capita, il tuo punto di vista sul loro utilizzo anche ma in pratica che sono questi TAG e come posso utilizzarli? Allora cerchiamo di semplificare la questione. Il TAG è una “chiave” che permette di aprire la porta per farti trovare.

Ad esempio se pubblichi una foto che ritrae una Chiesa di Roma io come tag metterei #chiesa #chieseroma #Roma, questo cosa significa? Significa che la vostra foto andrà a finire in tre  flussi di dati: Chiesa, Chiesa Roma e Roma. Questo significa che quando qualcuno farà una ricerca con uno di questi tre termini la vostra foto avrà buone possibilità di uscire nei risultati e quindi avere un buon engagement (like, share, commenti).

Naturalmente i tag devono essere in linea con quello che stai pubblicando altrimenti non avrai dei risultati positivi. Quanti tag posso mettere? Diciamo che il limite dipende da quanti tag in linea trovi con quello che stai pubblicando, se nel post che stai per pubblicare trovi 10 tag in linea perché non metteri?

 

TRICKS:”Hai notato che ogni tanto trovi un tag anche nel titolo del mio post? Ti sei mai domando perché? Creando un titolo ad hoc ed inserendo un tag nel titolo quando qualcuno fa un ReTweet del mio post questo verrà inserito in quel tag. Ad esempio ho scritto un post  che si intitola “I sapientoni di #Facebook“. Questo significa che quando qualcuno andrà a ripubblicare il mio post verrà sfruttato il tag Facebook.

 

Appena pubblicato il post su Twitter con questo metodo è andato subito tra i tweet popolari con tag Facebook, questo significa aumentare la visibilità del post.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

[HELP WORDPRESS]: Utilizzare i TAG e le CATEGORIE

HELP WORDPRESS: Oggi andiamo a vedere come utilizzare le Categorie e i TAG.

Dopo una piccola pausa torna la rubrica HELP WORDPRESS e oggi andiamo a vedere come utilizzare al meglio due funzioni molto spesso sottovalutate: TAG e CATEGORIE. Quando scrivete un post trovate questi due box sulla vostra destra e se il blog è nuovo saranno sicuramente vuoti, sta a voi riempirli in maniera intelligente.

 

CATEGORIE

Questa funzione è molto utile al blogger ma anche al lettore perché permette di mettere ordine nel blog, specialmente quando i post iniziano ad essere numerosi. Come ? Seguimi e ti farò vedere come. Hai aperto un nuovo blog che ha tre argomenti principali e tante sotto-categorie? Allora è il caso di utilizzare le categorie per fare ordine.

Ad esempio hai un blog che ha i seguenti tre argomenti principali: Web, Apple e Tecnologia. Bene queste sono le tre categorie principali che dovrai andare a creare, cliccando su “Aggiungi una nuova categoria“.

Una volta cliccato sul tasto si aprirà un piccola finestra sotto con un box dove inserire il nome della categoria, un box dove è scritto “Categoria Madre” (ne parliamo più avanti). Una volta definito il nome cliccate su “Aggiungi una nuova categoria“.

Ok a questo punto le categorie sono state aggiunte e le troverete nella finestra dove trovate scritto “Tutte le categorie“. Adesso passiamo alle sotto-categorie, ad esempio se scrivete un post che parla dei Social Media la potete aggiungere come sotto-categoria di Web.

Il procedimento è quello usato per creare le categorie solo che questa volta utilizziamo anche la voce “Categoria Madre“. Quindi inserite il nome della sotto-categoria e poi cliccate sulla voce Categoria Madre e si aprirà un menù a tendina dove troverete le categorie che avete creato prima (Web, Apple, Tecnologia).

Una volta cliccato su “Aggiungi una nuova categoria” troverete la sotto-categoria vicino alla categoria scelta.

 

PERCHE’ USARE LE CATEGORIE ?

Ok abbiamo capito come si creano ma non ho capito perché le devo creare !! Il motivo è semplice per mantenere il nostro blog ordinato, cosa che migliora la vita del blogger ma che migliora anche l’esperienza del lettore.

Ad esempio se un lettore è interessato a leggere solamente i post che riguardano i Social Media gli basterà fare una ricerca nel blog della categoria interessata per trovare solamente quel tipo di post. Stessa storia vale per il blogger, ad esempio se hai scritto una serie di post su un determinato argomento e hai deciso di creare una raccolta vi basterà utilizzare la categoria interessata per trovare tutto e subito.

 

TAG

Molto spesso viene confuso con altro o altre volte viene sottovalutato, ma secondo me invece sono ancora molto utili. Ma cosa sono questi tag?

“Un tag (cioè etichetta, marcatore, identificatore) è una parola chiave o un termine associato a un’informazione (un’immagine, una mappa geografica, un post, un video clip …), che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni basata su parole chiave. I tag sono generalmente scelti in base a criteri informali e personalmente dagli autori/creatori dell’oggetto dell’indicizzazione. Tuttavia i tag possono anche essere usati in modo improprio, ovvero fornire indicazioni riguardo all’opinione che qualcuno ha di un’opera e quindi essere correlati al consumatore del contenuto e non al contenuto in sé. Da qui si evince come il semplice associare tag non sia sufficiente a dare un livello semantico alla rete[1], sebbene alcuni includano il meccanismo del tagging nel web semantico.”

Insomma questi tag non sono proprio il male come dicono in molti, però bisogna stare sempre attenti come vengono utilizzati. Infatti gli errori più comuni sono sostanzialmente due:

  1. TAG fuori contesto
  2. Eccessivo numero di TAG

La sezione dei TAG la trovate sotto quella della categorie e per aggiungerli è molto semplice, basta inserire nel box il nome del TAG e poi cliccare sul tasto “AGGIUNGI“. Sotto al tasto Aggiungi trovate la voce “Scegli un tag fra quelli più utilizzati” dove appunto troverete i tag più utilizzati.

 

CONCLUSIONI

Queste due funzioni sono molto utili, io le utilizzo sempre, e sicuramente miglioreranno l’esperienza dei vostri lettori e l’organizzazione del vostro blog. Se hai domande o qualche dubbio puoi utilizzare tranquillamente i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

Aumenta l’engagement con i TAG alle FanPage

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Facebook ha introdotto da poco una nuova funzionalità che può essere utile per aumentare l’engagement della nostra fanpage e quindi dei nostri articoli pubblicati.

Questo si può ottenere taggando dalla nostra fanpage un’altra fanpage, in questa maniera riusciremo a raggiungere i fan della pagina che abbiamo taggato anche se non sono nostri fan.

Huffingtonpost   porta un esempio per chiarire ancora meglio questa nuova funzionalità.

Come potete vedere dalla foto Mashable ha taggato la fanpage di LEGO nel post che andrà a pubblicare sulla sua fanpage, questo permetterà a Mashable di aumentare l’engagement del post perché sarà visto anche dai fan della LEGO (anche quelli che non sono fan di Mashable).

CONCLUSIONI

Finalmente ogni tanto arriva qualche novità interessante da parte di Facebook, voi l’avete già utilizzata questa nuova funzionalità?

Ad Maiora