Le 4 applicazioni per sopravvivere in una città

4 applicazioni per sopravvivere in città

applicazioni

Vivere in una grande città ha i suoi pregi e i suoi difetti e molte volte i difetti sono maggiori dei pregi, ma la tecnologia può venirci in aiuto almeno per sopravvivere nella giungla urbana e portare la pellaccia a casa la sera. Io utilizzo queste 4 applicazioni che mi permettono di tornare a casa.

 

APPLICAZIONE 1: WAZE

Come ho scritto l’altro giorno su Facebook: “Passo così tanto tempo in macchina che sul Documento alla voce Residenza c’è la targa della mia macchina“. Fatta questa premessa capirai bene che questa applicazione per me è fondamentale, infatti questa applicazione mi permette di sapere sempre in tempo reale la situazione del traffico permettendomi di non rimanere bloccato nel traffico.

Waze (disponibile per iOS, Android e Windows Phone) non è il solito navigatore, infatti la situazione del traffico viene aggiornata grazie alle informazioni (più affidabili) delle persone che la utilizzano e inoltre il tutto è condito da un aspetto gaming (punti, classifiche, badge etc..) che rende il viaggiare in auto più simpatico.

 

APPLICAZIONE 2: AROUNDME

Anche se la città dove vivete è quella dove siete nati non è sempre possibile conoscere tutto (vuoi perché la città è grande, vuoi perché magari molti negozi cambiano velocemente), quindi se ti trovi in un quartiere che non conosci bene e hai bisogno di una farmacia come fai?

Semplice usi l’applicazione AroundMe (l’applicazione è disponibile per iOS, Android e Windows Phone) e cerchi la farmacia più vicino a te. Infatti questa applicazione, grazie al GPS, riuscirà a dirti sempre il posto che stai cercando vicino a te.

 

APPLICAZIONE 3: TELEPASS PYNG

Se sei un cliente Telepass e vivi a Roma, Milano, Ferrara o Salerno puoi utilizzare Telepass Pyng per pagare il parcheggio nella tua città. Il problema delle strisce blu (oltre che devi pagare per parcheggiare nella tua città…) solitamente sono tre:

 

  1. Arrivi alla macchinetta e ti accorgi di non avere soldi spicci per pagare
  2. Arrivi alla macchinetta e ti accorgi che è fuori uso
  3. Paghi per 1 ora e invece dopo 20 minuti te ne vai via

Telepass Pyng ti risolve tutti questi problemi, infatti grazie a questa applicazione puoi pagare il parcheggio tramite il tuo smartphone addebitando tutto sul tuo conto telepass (problema 1 e 2 risolto), inoltre se programmi 1 ora di parcheggio ma dopo 20 minuti devi andare via fermi la sosta e paghi effettivamente solo i 20 minuti.

APPLICAZIONE 4: MEMOVO

Uso poco i mezzi pubblici (per fortuna) però quando sono costretto a prenderli cerco di evitare il viaggio della speranza, per farlo utilizzo l’applicazione MEMOVO (che come capirete dal nome riguarda i mezzi pubblici di Roma). Anche questa applicazione è disponibile per iOS, Android e Windows Phone.

MEMOVO, sfruttando il GPS, ti permette di avere sempre in tempo reale la situazione dei Bus e della Metro vicino a te e ti permette di sopravvivere (in questo caso il termine è più che azzeccato) sui mezzi pubblici.

 

CONCLUSIONI

Questo è il mio poker di applicazioni che mi permette di arrivare fino a fine giornata, tu ne usi altre ? Allora sfrutta i commenti per lasciare il tuo contributo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

Autore: Mr Tozzo

Ciao sono ANDREA TOXIRI (aka Mr Tozzo), Street e Portrait Photographer. La fotografia è una passione che coltivo da tempo e che in questi ultimi anni è diventata sempre più dominante. I generi di fotografia che preferisco sono: Street Photography, Portrait, Sport e Foto Reportage, naturalmente alla pratica affianco sempre lo studio per tenermi sempre aggiornato e migliorare il mio stile.

9 pensieri riguardo “Le 4 applicazioni per sopravvivere in una città”

      1. L’unica cosa che ho visto è che è proprio limitato a 3 città. C’è da sperare che lo estendano un po’alla volta, diversamente per me è inutile (io a Salerno non ci vado mai, a Ferrara una volta all’anno, a Milano qualche volta). Spero che lo estendano quanto meno a Padova!

        Piace a 1 persona

  1. Non conosco Memovo, ma l’alternativa che uso è CityMapper. Che per ogni destinazione ti confronta quanto ci metti coi mezzi, in macchina o a piedi (stimando i costi e dicendoti anche le calorie che bruci a piedi…vabbè). Molto precisa nei tempi di arrivo dei mezzi (almeno così era a Londra, vediamo ora come va a Roma, ci vivo da poco).
    La cosa interessante è che ci sono più di dieci città al mondo nella stessa app (io la cnosco dai miei tempi a Londra ed era un bomba).

    Un’altra app che aggiungerei, per chi non ha la macchina di proprietà, è enjoy (e pure car2go). Con il combo dei due servizi sto riuscendo a sopravvivere a Roma senza macchina e Motorino (certo ho la fortuna di vivere non lontanissimo dal centro).
    Anche per chi ha la macchina, comunque, avere l’opzione del carsharing a volte è una bella soluzione!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.