CamScanner l’applicazione per creare i pdf con lo smartphone

Oggi andiamo a vedere l’applicazione CamScanner per creare

L’applicazioni che non devono mai mancare nel nostro smartphone sono quelle di produttività. Ecco oggi andiamo a vedere CamScanner.


La diffusione degli smartphone ha insegnato a tutti noi a lavorare in mobilità, quindi per farlo bene abbiamo necessità di avere le migliori applicazioni per gestire la nostra produttività.


L’applicazione CamScanner è disponibile per iOS (scarica qui) e Android (scarica qui).


COME FUNZIONA


Una volta che fate partire l’applicazione in basso al centro troverete l’icona della macchina fotografica, cliccate per aprire la fotocamera. A questo punto puntate il telefono sul documento che volete trasformare e scattate la foto.


L’applicazione andrà a selezionare il soggetto della foto, tagliando fuori tutto quello che è esterno.



La selezione può essere modificata per avere una selezione migliore del nostro soggetto. Una volta sistemato il documento andiamo avanti, clicchiamo sul tasto Condividi e poi Condividi come PdF.


CONCLUSIONI


L’applicazione è molto semplice da usare ma allo stesso tempo è molto potente ed utile. Tu la conoscevi? Se hai domande sfrutta i commenti sotto questo post.


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: MrTozzo. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

Google Keep, uno strumento indispensabile

Google Keep, uno strumento per aumentare la vostra produttività.

Questa applicazione non può mancare nella vostra borsa degli strumenti di lavoro.


Esistono delle applicazioni che diventano un MUST e che proprio non possono mancare. Questa applicazione aumenterà sicuramente la vostra produttività e semplificherà di molto la gestione del vostro lavoro.


L’applicazione di cui parlo si chiama Google Keep ed è uno dei tanti strumenti che Google ci mette a disposizione. Esiste la versione Desktop e quella Mobile (iOS e Android).


ECCO COME FUNZIONA GOOGLE KEEP


L’unico requisito che bisogna avere per usare Google Keep è quello di avere un account con Google. Se volete accedere da Desktop vi basta entrare con il vostro account Google.


Cliccate in alto a destra, dove c’è l’icona che raccoglie tutte l’applicazioni di Google, e vi si aprirà una piccola schermata. All’interno di questa schermata, scorrendo, troverete Google Keep.


Una volta entrati vi troverete davanti (se è la prima volta che entrate) una schermata vuota con un box in alto con scritto “Scrivi una nota”. Cliccate dentro questo box per scrivere la vostra prima nota.


Oltre alla nota potrete inserire:


  • Un titolo, comodo per ritrovare subito la nota quando ne avete molte
  • Inserire un collaboratore, quindi aggiungere una persona con la quale condividerete la nota
  • Decidere il colore dello sfondo
  • Aggiungere un immagine
  • Archiviare la nota
  • Aggiungere un etichetta, potete usare quelle di default oppure crearle voi
  • Aggiungere un disegno
  • Aggiungere caselle di controllo

Se vi serve un testo che trovate dentro un immagine Google Keep può essere molto utile. Aprite una nota e trascinate la foto dentro la nota. A questo punto in basso a destra troverete tre pallini verticali, cliccate e vi si aprirà un sottomenù. Qui cliccate sulla voce “Recupera testo immagine” e il gioco è fatto.


COME GESTIRE LE NOTE


Più userete questo strumento e più non ne potrete farne a meno, naturalmente più aumentano le note e più la gestione potrebbe diventare confusionaria. Questo può essere evitato se useremo l’etichette e gli sfondi colorati per identificare e raccogliere in modo ordinato le nostre a seconda della tipologia.


Inoltre in alto a sinistra trovate un box di ricerca dove (se avete scritto un titolo) potrete ricercare facilmente le vostre note. Il tutto può essere creato e gestito comodamente dal nostro PC ma, grazie all’applicazione, potremmo accedere, gestire e creare le nostre note anche dal nostro smartphone.


CONCLUSIONI


Uso Google Keep ormai da anni e mi sono sempre trovato molto bene e ormai è uno strumento fisso sul mio pc e smartphone. È molto comodo anche se siete in giro e vi viene in mente una nuova idea per il vostro prossimo post, appuntate tutto su Google Keep (con l’applicazione) e quando tornate a casa ci lavorate.


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: MrTozzo. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.

Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf: tre applicazioni per le tue Storie su Instagram

Oggi andiamo a vedere tre applicazioni, gratuite, che possono rendere le tue Storie su Instagram interessanti. Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf

Oggi andiamo a vedere tre applicazioni, gratuite, che possono rendere le tue Storie su Instagram interessanti.


Le Storie su Instagram possono essere uno strumento molto interessante per promuovere il nostro business, i nostri lavori artistici (o non) o semplicemente per intrattenere i nostri follower.


Ho scoperto tre applicazioni molto interessanti (e gratuite) da utilizzare per rendere le nostre Storie su Instagram ancora più interessanti e originali. Le applicazioni sono Me in Gifs, StoryArt ed ElfYourSelf.


ME IN GIFS


L’applicazione Me in Gifs è stata creata da Patryk Rzucidlo (aka PTKDev) ed è in parole semplici una collezione di template a tema da poter utilizzare per le nostre Storie.


Ad esempio troviamo una serie di template a tema Natale che possiamo utilizzare per creare le nostre Storie per far conoscere le nostre foto, oppure per creare divertenti sondaggi.


Me in Gifs
Sondaggio creato con Me in Gifs

L’applicazione è disponibile sia per iOS (clicca qui per scaricare) che per Android (clicca qui per scaricare).


STORYART


StoryArt è un vero e proprio editor di Storie per Instagram, esiste la versione per iOS e per Android. Abbiamo una vasta scelta di layout (statici e dinamici) da utilizzare per creare delle Storie veramente interessanti.


Alcuni sono free, ma questo non vuole dire che siano meno belli, altri invece sono a pagamento. Come ho detto prima possiamo utilizzare dei layout statici (quindi una classica cornice) che dinamici (possiamo inserire oggetti in movimento o che appaiono e scompaiono).


Interessante è anche la possibilità di inserire della musica all’interno delle nostre Storie create con StoryArt, sicuramente un tocco in più per renderle ancora più piacevoli.


ELFYOURSELF


Il Natale si avvicina quindi perché non trasmettere lo spirito natalizio anche attraverso le nostre Storie su Instagram? Ho trovato questa applicazione, molto carina, che può essere utile per mandare gli auguri di Natale ai tuoi follower (ma anche ad amici e parenti).


Parlo di ElfYourSelf, applicazione disponibile per iOS e per Android, l’applicazione che ti permetterà di creare (con la tua faccia) un balletto di elfi.

</br>

Ti basterà, dopo aver fatto partire l’applicazione, fare un selfie e la tua foto verrà inserita sul corpo di un elfo che balla. Il video che verrà generato si può creare fino a un massimo di 4 elfi (quindi potrete fare la foto anche ai vostri famigliari ed inserirli nel video).


CONCLUSIONI


Conoscevate già queste tre applicazioni? Cosa ne pensate? Conoscete altre applicazioni simili? Se volete potete lasciare il vostro contributo nei commenti sotto questo post.


Se ritieni che questo post sia utile CONDIVIDILO sui tuoi Social Network. Inoltre se vuoi puoi seguirmi sulla mia Pagina Facebook: MrTozzo. Oppure il mio profilo Instagram: mrtozzo81.