I blogger si stanno sul cazzo tra di loro

I blogger si odiano, sarà vero ?

blogger e rapper

I blogger si stanno sul cazzo tra di loro – Bennaker.com

 

Oggi voglio partire da questa affermazione per portare avanti un concetto che volevo sviluppare già da tempo, ma per colpa della Cookie Law non ho avuto modo, a proposito di Cookie Law. Sembra, e ripeto sembra, che chi usa la piattaforma WordPress.com gli basti mettere in evidenza un widget testuale dove dichiara la presenza di cookie o così almeno ha detto il fondatore di WordPress. Ancora non è niente di definitivo, per adesso siamo qui.

Ok ora torniamo al post dicevamo ? Si ecco, i blogger si stanno sul cazzo come i rapper. Non lo so se sei pratico del mondo Rap, ecco esiste una pratica molto diffusa che si chiama dissing.

 

Dissing, o Beef, è un termine di slang afroamericano derivante dalla parola disrespecting (non rispettare). L’utilizzo di questa espressione si è diffusa internazionalmente, anche nei paesi di lingua non anglofona, soprattutto in ambito musicale. – Wikipedia”

 

BLOGGER I NUOVI RAPPER

Questo fenomeno   succede anche nella blogosfera, magari in maniera meno palese come lo descrive Bennaker: “Si copiano, si invidiano, si infamano, si fanno i dispetti, si scambiano frecciatine attraverso i commenti sui blog o sui profili dei social network“.

A voi è capitato? Allora vi potete ritenere fortunati, infatti chi viene dissato è quello che in quel momento storico è il più cool. Perché lo fanno ? Semplice per avere visibilità.

 

URLA CHE IL RE E’ NUDO PER OTTENERE VISIBILITA’

Attaccare il più fico della classe ti porta automaticamente al centro dell’attenzione e se riuscirai a resistere all’attacco dei fan, allora potrai cavalcare l’onda del successo per molto tempo. Già i fan, perché se io attacco un big, almeno inizialmente, non sarà il diretto interessato a rispondere ma i suoi seguaci.

Quindi è un buon metodo fare l’attaccabrighe via web? Allora è proprio vero che i blogger non si sopportano? Alla prima domanda ti rispondo di no, rompere le palle in giro non ti farà aumentare il Klout. Mentre alla seconda domanda ti rispondi NI.

Sicuramente quando siamo agli inizi siamo tutti amici, cerchiamo collaborazioni e condividiamo i post dei blogger sperando che gli altri facciano lo stesso. Quando si sale di livello la questione cambia, diventa una competizione una sorta di vita mea mors tua.

 

CONCLUSIONI

Insomma questi blogger si odiano? I Blogger sono sempre delle persone e come tali hanno antipatie, tendono a parlare male, sono ruffiani …ma possono essere anche sinceri, collaborativi e interessanti…insomma siamo UMANI. Tu invece cosa ne pensi? Lascia, se vuoi, il tuo parere nei commenti sotto questo post, non fare l’antipatico ;D .

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).

Autore: Mr Tozzo

Ciao sono ANDREA TOXIRI (aka Mr Tozzo), Street e Portrait Photographer. La fotografia è una passione che coltivo da tempo e che in questi ultimi anni è diventata sempre più dominante. I generi di fotografia che preferisco sono: Street Photography, Portrait, Sport e Foto Reportage, naturalmente alla pratica affianco sempre lo studio per tenermi sempre aggiornato e migliorare il mio stile.

36 pensieri riguardo “I blogger si stanno sul cazzo tra di loro”

  1. Sono ancora un blogger di primo pelo e pertanto dovrei essere nella fase iniziale del “volemoce bene” anche se sono abbastanza sicuro di essere un tipo modesto e sincero. In fin dei conti dagli altri posso sempre imparare qualcosa.
    E la visibilità? La cerco di altri modi.

    Non per “ruffianeria”… ma è sempre un piacere leggerti.

    Piace a 1 persona

  2. Per il momento posso solo dire che a furia di leggere molto spesso sempre le stesse cose, ho iniziato a leggere meno alcuni blogger. Sono un pesce troppo piccolo per suscitare particolare simpatia, ammirazione o antipatia; quello che aggiungo, infine, è che anche se siamo tanti siamo come un “famiglia”, gli inciuci fanno presto a diffondere ed io, per come sono di natura, tendo ad evitare chi magari non mi piace per motivazioni più serie (etiche, tanto per dire). Non mi troverete mai, comunque, a scrivere per disprezzare qualcun altro: fatti suoi!

    Piace a 2 people

  3. Non mi hanno mai odiato platealmente, ma un paio di volte ho sospettato che delle frecciatine fossero rivolte anche a me…
    Per me comunque non c’è competizione, alla fine si vede chi è genuino e chi no, gli altri muoiono da soli^^

    Moz-

    Piace a 2 people

  4. Nel mio caso penso di suscitare simpatia a causa delle mie sfighe sentimentali,ormai note a tutto WordPress. Non penso che ci possa odiare tra Blogger, dipende comunque da che tipo di rapporto ci si instaura 🙂

    Piace a 1 persona

      1. Si infatti io mi rapporto con tutti esattamente come farei con le persone nella realtà,ovviamente non andando oltre i limiti. Perché anche noi siamo persone fatte di carne ed ossa,talvolta qualcuno se lo dimentica. Io pensavo che tra Blogger ci si dovrebbe capire dato che siamo tutti qui per motivi più o meno simili.

        Piace a 1 persona

        1. Proprio per questo probabilmente quando un blogger riesce ad ottenere qualcosa di più della massa (non necessariamente soldi ma anche un minimo di visibilità in più) ecco che scatta l’invidia. Chi è invidioso lo è a prescindere sia online che offline

          "Mi piace"

          1. Io personalmente non invidio nessun Blogger nè per soldi o nè per popolarità anche perché io scrivo prima di tutto per me e poi se alla gente piace ciò che scrivo,ben venga. Bisogna essere sempre genuini e originali,e poi che mi importa che, per esempio,chiara Ferragni con il suo blog ha un patrimonio di milioni di euro? A me la vita non me la cambia in nessun modo e nemmeno la invidio perché ho altri progetti e obiettivi da realizzare.

            Piace a 1 persona

            1. In teoria dovrebbe essere così….il problema (che poi problema non è) è che più diventi popolare e più rischi di trovare persone così, sta a te poi decidere come gestirli.

              "Mi piace"

  5. Ti dirò, ODIARE non sta proprio nel mio dizionario. ne’ riferito al mondo blog ne’ riferito al mondo reale!
    Amo il mio lavoro da blogger e lo porto avanti a modo mio e come piace a me e credo che la maggior parte dei blogger facciano altrettanto.
    Copioni, invidiosi, ma si, ne è pieno il mondo. Moz ha ragione, crollerà da solo chi falso è!
    BEL POST, HA DATO PIEDE AD UNA BELLA DISCUSSIONE!

    Kly

    Piace a 3 people

  6. Non sono un Blogger, nel senso dello scrivere, però da anni pubblico delle mie foto e video, ho riscontrato quanto hai ben descritto sopra.
    Inizialmente me la prendevo, non capivo perché quella maleducazione nei commenti, ma fortunatamente erano pochi i commenti in genere e a me interessava solo pubblicare i miei lavori e basta; così dopo qualche tentennamento ho proseguito e sono abbastanza soddisfatto del risultato.
    Però devo dire che ho notato questo atteggiamento negativo su google+ e su facebook, spesso attacchi anche feroci e senza apparentemente senso, su chi posta e sui commentatori, forse per fare desistere chi normalmente commenta o frequenta il personaggio del post; io me la sono cavata evitando di mettermi al loro livello, con il mio solito linguaggio, però è ugualmente fastidioso.
    Su questi due social, questo tipo di atteggiamento è generalmente su argomenti di politica, e c’è questo modo di esporre i propri punti di vista, sempre più urlato, arrogante e maleducato, ma dato che per strada e in TV noto questo identico atteggiamento, mi fa pensare che sia un generale degrado del costume.
    Una buona giornata

    "Mi piace"

  7. Il punto chiave sta, a mio avviso, nel fatto che tutti scrivono e poi leggono e rileggono se stessi, crogiolandosi nell’ultima opera d’arte messa online. Spesso i “like” sono atti di cortesia. Di attacchi, per fortuna, non ne ho ancora visti né subiti né lanciati, forse perché sono capitato in una cerchia privilegiata di blogger abbastanza “riservati”. Tuttavia, per dirla con te, so che dietro l’angolo una sorpresa mi aspetta, come aspetta tutti gli esseri umani. La storia della cookie law ne è un esempio. La mia iniziativa di farlo sapere ai miei cari follower, ha fatto storcere il naso a qualcuno, quasi fosse un mio capriccio, quello di inserire l’informativa. Tant’è che ho ribloggato il tuo post circa la telefonata con Mister X Automattic, giusto per far capire che io non c’entravo una mazza. Grazie per lo spunto. Spero di non diventare un rapper. Ma non posso escluderlo. Ciao.

    Piace a 1 persona

  8. in generale non mi sento affatto competitivo con i blogger che sento simili a me, pero` mi rendo conto di avere attaccato abbastanza spesso alcuni grandi celebri blogger di livello nazionale, in particolare Bagnai o Grillo.

    e` vero che questo nel primo caso mi ha portato ondate di lettori fanatici del blogger in questione con scazzi vari spesso desolanti, all’insegna di quel tipo di discussioni e di rapporti umani che descrivi.

    pero` la considero una spiacevole parentesi e condivido il giudizio che non si costruisce alcuna relazione stabile in questo modo.

    nessuno di quei lettori e` ovviamente diventato un mio follower e i loro interventi sgradevoli sono stati soltanto un peso.

    Piace a 1 persona

    1. Esatto, l’unica cosa che ti portano (oltre la rottura di scatole per gestirli) è un picco di traffico che lascia il tempo che trova..specialmente se poi finita la tormenta non rimane niente.

      "Mi piace"

  9. Io più che l’odiare o meno un blogger, ho notato che se sei un blogger “popolare”/influencer, quelli piccoli come me (e come tanti altri) non ti si filano ma neanche se li paghi. Insomma, si filano solo tra di loro..ma perché? Potrebbe essere uno spunto per un futuro post

    Piace a 1 persona

  10. In passato ho avuto problemi di battibecchi con alcuni blogger, però da diversi anni tutto tranquillo, ho diversi rapporti molto belli, che sono andati oltre i commenti nei vari post, cioè ci si è anche sentiti al telefono e ci si è fatti quattro belle risate. Con alcuni ho anche avuto il piacere di un incontro personale, ci si è raggruppati in un certo numero e ritrovati in un luogo che poteva andare bene a tutti. Sempre una bella esperienza. Molti con il tempo si sono persi, altri ne sono arrivati. Ma tornando al discorso iniziale, beh penso proprio che ce ne siano diversi di blogger che non hanno un comportamento consono alla vera natura di questi blog, ma cercano solo rogne, si divertono offendendo oppure stroncando ogni cosa che fai.

    Piace a 1 persona

  11. Per il momento, essendo entrata da poco in wp, sono ancora nella fase peace&love💜✌
    Per il futuro preparo l’armatura, allora! Scherzo!😀
    Immagino che sia normale che atteggiamenti che si hanno nella vita reale si ripresentino nel web, forse in maniera anche più strong. Succede spesso nei forum dove gli insulti “vanno come il pane”, qui mi sembra tutto più soft per ora.
    Vado a godermi questo momento di calma, finchè dura!😁

    Piace a 1 persona

  12. Io penso che tutto stia nel concetto di ‘invidia’ e di come riusciamo a declinarla. E, soprattutto, cosa ne facciamo dell’oggetto della nostra invidia. A me è capitato più volte di leggere delle colleghe molto più navigate di me nel mare della divulgazione. E sì, le ho invidiate! È molto. Allora avevo tre strade davanti:
    1) provare a distruggerle
    2) copiarle
    3) capire cosa mi attraesse e destasse in me ammirazione nei loro lavori e provare a modificare il MIO modo di scrivere.
    E questo discorso si estende ovviamente al di là (no dovevo dire di là) della tematica.
    Negare l’invidia secondo me significa perdere un’occasione per migliorarsi.

    Piace a 1 persona

  13. questo è uno specchio della realtà :simpatie e antipatie, litigi e musi lunghi, collaborazioni e amicizia. Nulla di nuovo sotto il sole. Sta a noi, poi, decidere chi e cosa leggere e come comportarci. Ho assistito (letto) a litigate furiose, mi sono immischiata in un solo caso, quando è stata maltrattata una persona in modo davvero troppo forte e quella persona precedentemente e gratuitamente si era scagliata ben due volte contro me. L’ho difesa e aiutata perchè ho ritenuto che era giusto farlo. E l’ho fatto, toccando certi blogger IN, scatenando il putiferio.
    Cmq con la persona difesa alla fine ho chiuso per altri motivi. Mi spiace ma è così che a volte va la vita e la rete.

    Ci sono blogger e blogger, verissimo e io colgo l’occasione per ringraziare te per i post esaurienti di informazione che hai prodotto per noi lettori sulla famigerata cookie law.
    Ciao
    Marirò

    Piace a 1 persona

  14. Concordo con mr. Tozzo,
    In aggiunta non sottovaluterei Twitter come strumento dove blogger o testate varie si scannano che è un piacere…
    In questi giorni ad esempio ho letto di alcune polemiche tra siti di satira abbastanza seguiti dove si incolpano tra di loro per presunti plagi di battute. Pensare che dovrebbero fare dell’umorismo il loro pane quotidiano, scoprire questo lato mi ha fatto pensare che scrivano certe cose esclusivamente per il successo (dicesi pubblico) e non per loro passione… Questa è la strada perfetta per crescere e ritrovarsi dei falliti (come persone intendo).
    Al di lá di questo, quando vedo blogger che si scannano tra loro ci rifletto un attimo su cosa questionari cosí aspramente e mi scende il latte alle ginocchia… Quasi sempre per cose patetiche, di certo per cose che non cambiano la vita di nessuna persona…
    Un saluto a mr. Tozzo per fortuna con lui questioni in sospeso non ci sono 🙂
    Doc

    Piace a 1 persona

    1. Ciao e grazie per aver letto !!

      Le migliori faide ci sono tra youtubers italiani “famosi”…se ti capita guardati Andreani vs Yotobi o altri….e poi capisci perché Youtube Italia fa cagare.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.