[Pensieri in Bit]:Toxnetlab is back!!!

È arrivato il momento di ritornare nella blogosfera, Toxnetlab is back!!


Dopo tre anni di stop, dove ho fatto altro, penso che sia arrivato il momento di tornare nella blogosfera e di farlo con il mio primo blog che già in passato mi ha dato tante soddisfazioni.


Toxnetlab nasce nel lontano 2009 con lo scopo di aiutare chi non fosse molto pratico con il mondo dell’informatica. Nel tempo si sono aggiunti altri argomenti come il web, social media e ultimamente la fotografia.


Il blog è andato avanti fino al 2017 per poi prendersi una pausa, ora Tonetlab è tornato e questo “nuovo blog” sarà un HUB principalmente delle mie attività fotografiche, ma sarà (come sempre è stato) un blog dove trovare informazioni utili.


Ora tocca a te, quale argomento vorresti nel prossimo post? Hai bisogno di una mano con qualche problema informatico/web/social media? Ok, allora sfrutta i commenti sotto questo post e lascia il tuo contributo.


Come organizzare un viaggio con Google Maps

Organizza i tuoi viaggi con Google Maps

Quando dobbiamo organizzare un viaggio, che sia per piacere o per lavoro, la cosa più importante è la pianificazione per non lasciare niente al caso.

Esistono diversi tool per pianificare i propri viaggi ma quello che io trovo più utile è il caro e vecchio Google Maps. Si hai letto bene, Google Maps, quello che solitamente la gente usa per vedere il tragitto per andare da A a B o per vedere una determinata località con Street View.

Con Google Maps puoi fare molto di più per i tuoi viaggi e per farlo ti basterà avere solamente un account Google, un computer e uno smartphone, se avete anche una macchina con un navigatore compatibile allora l’utilizzo diventa ancora più interessante.

 

ORGANIZZIAMO IL NOSTRO VIAGGIO

Abbiamo deciso di organizzare un viaggio di piacere, magari per il prossimo week end, magari ad Arezzo. Bene allora la prima cosa che dobbiamo fare è andare su Google Maps e trovare il percorso migliore per arrivare.

Il percorso migliore per andare da Roma ad Arezzo è quello che segna 218 km (in 2 ore e 24 minuti) per arrivare a destinazione. Ora dobbiamo cercare un hotel e dei ristoranti dove mangiare, per farlo basta zoomare sulla città di destinazione e vedere  cosa riusciamo a trovare.

 

 

Ecco ad esempio possiamo andare a mangiare da Porcavacca (se capitate per Arezzo ve lo consiglio) quindi salviamo la posizione del locale in maniera di averla in evidenza quando apriremo la mappa, per farlo vi basterà cliccare sull’icona del ristorante sulla mappa e poi cliccate sul tasto Salva (che trovate nella colonna di sinistra).

La stessa procedura la potete ripetere per ogni attività commerciale che è registrata su Google Maps (come ad esempio Hotel). Una volta che avete definito il vostro viaggio, quindi avete deciso il tragitto e i punti d’interesse, sarebbe comodo avere tutto sul vostro smartphone o tablet (andare in giro con il portatile non è proprio comodo).

Si può fare tranquillamente, basta cliccare sul tasto “Invia al Telefono” che trovate nella colonna a sinistra. Se vuoi capire come si può mandare il percorso appena calcolato al computer al tuo smartphone, tablet o auto (si hai letto bene: AUTO) leggi qui:”Google Maps: invia i tuoi itinerari dal PC allo smartphone” oppure leggi qui: “Inviare le indicazioni stradali al telefono, all’auto o al tablet”.

 

CONCLUSIONE

Insomma una soluzione rapida ed efficace per organizzare al meglio i vostri viaggi usando dei tools affidabili e gratuiti messi a disposizione da Google. Voi cosa usate quando dovete organizzare i vostri viaggi? Avete mai pensato ad usare Google Maps ? Lasciate il vostro contributo nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Come scegliere il migliore tema wordpress per il tuo blog

Alcuni accorgimenti per scegliere il Tema Wordpress giusto per il blog.

Il successo di un blog è determinato dai suoi contenuti, vero, ma anche l’aspetto conta. Quindi scegliere il giusto tema può fare la differenza per il vostro blog.

Quando decidiamo di aprire un blog dobbiamo pensare a molte prima di andare online, una di queste cose è l’aspetto grafico che vogliamo dare al nostro blog. La scelta non è facile ne può essere fatta in maniera superficiale.

Se usi WordPress avrai sicuramente notato che esistono tanti, forse troppi, temi per wordpress e questa è già una prima difficoltà. Infatti la pigrizia potrebbe portarci a scegliere una tema a caso e questo potrebbe essere dannoso per il nostro blog.

La scelta di un tema non determina solamente l’aspetto che avrà il vostro blog, ma avrà un peso importante anche sulle sue prestazioni. Molti temi risultano “pesanti” e questo potrebbe rallentare la velocità del vostro blog, altri pericolosi.

Quando andiamo a scegliere un tema la prima cosa che dobbiamo andare a vedere è quando è stato fatto l’ultimo aggiornamento, se trovate un tema che non viene aggiornato da 5 anni è meglio lasciarlo perdere, potrebbe essere fonte di guai.

Inoltre alcuni temi hanno delle funzionalità che per alcune tipologie di blog non vanno bene mentre per altre si, quindi come vedete la scelta di un tema non è proprio una cosa scontata e veloce. Quindi come si fa per scegliere il tema migliore per il nostro blog ? 

 

 4 CARATTERISTICHE DA CONSIDERARE

Quando dobbiamo scegliere il tema per il nostro blog dobbiamo tenere in considerazione soprattutto tre cose:

 

TEMA LAYOUT RESPONSIVE

Un tema per essere preso in considerazione deve essere Layout Responsive, ovvero deve essere un tema che si deve adattare anche alla visione su dispositivi Mobile (smartphone, tablet). Il blog deve avere delle buone prestazioni e deve essere facilmente fruibile sia nella versione Desktop che nella versione Mobile.

Tutto questo è fondamentale perché Google ha aggiornato il suo algoritmo e va a penalizzare quei siti/blog che non sono Layout Responsive.

 

CHE BLOG DEVI CREARE ?

Come abbiamo detto prima esistono molti temi wordpress e alcuni vanno bene per una tipologia di blog e altri no, questo significa che alcuni temi sono strutturati e hanno funzionalità che vanno bene per un Food Blogger e non per un blog sulla fotografia. Quindi capite bene cosa volete fare.

 

FEEDBACK

Prima di installare il nuovo tema controllate sempre che feedback hanno lasciato altri utenti, le recensioni spesso lasciano il tempo che trovano perché possono “taroccate” però molte volte sono anche utili per capire la bontà di un tema

 

AGGIORNAMENTI

Un tema che viene aggiornato spesso è segno che ha una community attiva alle spalle e che il progetto è ancora vivo, un tema che non viene aggiornato da 5 anni significa solo una cosa: NON INSTALLARE !!

 

CONCLUSIONI

Questi sono i piccoli accorgimenti che devi avere quando decidi di aprire un blog su WordPress (non mi dire che stai su blogger…ma dai !!?!?!), perché quando decidi di buttarti nella blogosfera non puoi lasciare niente al caso.

Hai domande ? Dubbi ? Quale tema usi (o vorresti usare) per il tuo blog ?  Sfrutta i commenti sotto questo post per lasciare il tuo contributo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.
Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).