WhatsApp e la bufala delle chiamate vocali

WhatsApp ha finalmente aggiunto la funzione delle chiamate vocali….ne sei proprio sicuro?

Fonte Foto

Hai appena aggiornato WhatsApp e ti sei accorto che in alto a destra vicino al contatto è apparsa una cornetta? Si esatto la famosa cornetta che ti permetterà di effettuare chiamate tramite WhatsApp, che fico vero?

Calma calma non è proprio così, le chiamate te le fa fare ma non sono le famose chiamate VoIP (ovvero via Internet) ma ti farà effettuare delle semplici chiamate normali. Appena ho aggiornato l’applicazione l’ho voluta provare, ma la chiamata mi sembrava una normale chiamata. Infatti poi ho avuto la conferma leggendo l’articolo di Francesco Ambrosino: “WhatsApp introduce il tasto per chiamare”.

 wtf whatsapp

Semplicemente un modo per fare crescere l’attenzione intorno ad una applicazione, che ultimamente stava perdendo un po di terreno, promettendo quello che da tempo i suoi utenti chiedevano a gran voce. Il risultato non è quello che esattamente l’utente si aspettava, ma una scorciatoia per effettuare una chiamata.

CONCLUSIONI

Adesso WhatsApp è obligato ad introdurre la chiamata VoiP per evitare ulteriori brutte figure (e una migrazione di massa), ma alla fine serve veramente questa funzione su WhatsApp? WhatsApp nasce come applicazione per chattare gratis (o quasi).

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Bufala tramite WhatsApp

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Torna la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” ieri mi è arrivato un messaggio che mi chiedeva la seguente informazione:

Ciao ieri su WhatsApp mi è arrivato il seguente messaggio: “

Sabato mattina whatsapp diventerà a pagamento se hai almeno dieci contatti manda questo messaggio a loro. C.osì risulterà che sei un utilizzatore assiduo il tuo logo diventerà blu e resterà gratuito.  (ne hanno parlato al tg).
Whatsapp costerà 0,01€ al messaggio. Mandalo a dieci  persone. Salve siamo Andy e Jonh i direttori di watsapp. Qualche mese fà vi abbiamo avvertito che da quest’ estate watsapp non sarebbe stato più gratuito; noi facciamo sempre ciò che diciamo, infatti, le comunchiamo che da oggi watsapp avrá il costo di 1 euro al mese. Se vuole continuare ad utilizzare il vostro accaunt gratuitamente invi questo messaggio a 20 contatti nella  sua rubrica, se lo farà, vi arriverá un sms dal numero: 123#57 e vi comuncheranno che watsapp per LEI è gratis!!! GRAZIE…. e se non ci credete controllate voi stessi sul nostro sito ( http://www.watsapp.com). ARRIVEDERCI. Quand o lo farai la luce diventerà blu.  (se nn lo manderai l’agenzia di whatsapp ti attiverà il costo ).
È vera questa cosa?

 

WHATSAPP E LE VARIE BUFALE

No assolutamente no !! Questo messaggio è una bufala con una possibile attività di phishing, ma andiamo per ordine. Prima di tutto cerchiamo di capire di cosa si tratta quando si parla di Phishing utilizzando Wikipedia.

 

“Il phishing è un tipo di truffa via Internet attraverso la quale un aggressore cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili.”

 

Il programma WhatsApp si può scaricare in maniera gratuita dai siti ufficiali a seconda dello smartphone che utilizzate (Apple Store o Google Play) e lo si può utilizzare gratis per 12 mesi. Passati questi 12 mesi potete continuare ad utilizzare il programma pagando 0,79€/anno.

Sapendo questo il messaggio ricevuto decade visto che parla di un costo di 0,01€ a messaggio + un abbonamento di 1€ al mese, il secondo campanello di allarme sono i numerosi errori:

 

  • C.osì
  • watsapp
  • accaunt
  • comuncheranno
  • Quand o


Se fosse un comunicato ufficiale tutti questi errori non ci sarebbero stati, secondo punto Andy e Jonh chi sono? E poi terzo punto WhatsApp non manderebbe mai una comunicazione del genere via messaggio.

Altro punto da analizzare è la frase: “e se non ci credete controllate voi stessi sul nostro sito ( http://www.watsapp.com)“. Prima di tutto la frase non è da comunicazione ufficiale e poi l’indirizzo indicato http://www.watsapp.com è sbagliato, analizzando il sito non risulta un errore di battitura ma esiste proprio il dominio.

Infatti se vai sul sito http://whois.domaintools.com/ e inserite l’indirizzo indicato nel messaggio risulta essere un dominio registrato nel 2010, quindi il sito esiste per fare cosa? Se volete testare il sito vi consiglio di installare su macchina virtuale (magari utilizzando VirtualBox) Linux.

Girando su internet ho trovato l’articolo del Disinformatico dove a febbraio aveva analizzato questa bufala e fa notare che il riferimento a Andy e Jonh era stato utilizzato già nel 2005 per MSN.

 

CONCLUSIONI

Quando vi arrivano questi tipi di messaggi (specialmente se contengono dei link) prima di fare qualsiasi cosa contate fino a 10, poi fate qualche ricerca su internet e verificate l’attendibilità della fonte. Se avete ulteriori dubbi potete mandarmi un messaggio su info@toxnetlab.com e posso provare a capire se si tratta di una bufala oppure no.

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).