Come comprare (e rinnovare) il dominio su WordPress.com

Vediamo come comprare e rinnovare il dominio su Wordpress.com

 

Torna la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” e questa volta la richiesta arriva da Rita di Parole e Ombra. La richiesta è la seguente:

 

“Ciao! Tra non molto mi scade il dominio al blog. Dato che entrambi utilizziamo un servizio di WordPress.com, hai per caso scritto qualche post su come fare il rinnovo?”

 

Ancora non avevo scritto niente e quindi ecco il post dove andiamo a spiegare come comprarlo e rinnovarlo.

COMPRARE UN DOMINIO SU WORDPRESS.COM

Quando apriamo, gratis, un blog sulla piattaforma wordpress.com l’url del nostro blog sarà il seguente: nomeblog.wordpress.com che per iniziare va bene, ma se vogliamo rendere il nostro blog più “professionale” un url del genere non è molto bello da vedere.

Entrate con il vostro account wordpress e poi andate nella sezione Dominio e qui, inserendo i vostri dati personali e di pagamento, potrete scegliere l’abbonamento (secondo le vostre esigenze). Io vi consiglio, se non avete esigenze particolari, di prendere l’abbonamento base che è più che sufficiente.

Una volta pagato il dominio sarà operativo in 24/48 ore e il vostro url passerà da ilmioblog.wordpress.com a ilmioblog.com, l’abbonamento dura 1 anno e costa circa 18€

 

RINNOVO DOMINIO SU WORDPRESS.COM

Il rinnovo può avvenire o in maniera manuale (quindi vi dovrete ricordare voi la data di scadenza) oppure in maniera automatica. In entrambi i casi vi arriverà una email che vi ricorderà che a breve il vostro dominio scadrà e una email dopo aver effettuato il rinnovo.

Anche in questo caso dovete andare sul vostro account wordpress e poi su Dominio, vi troverete davanti una pagina con tre menù: Piani, Dominio e E-mail. Voi andate su Dominio e poi cliccate su Dominio registrato, vi si aprirà una nuova pagina.

Adesso andate su Impostazioni di Pagamento e qui andate a definire le vostre modalità di pagamento (utile se avete scelto la modalità automatica).

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

 

TAG alcuni chiarimenti e approfondimenti

Approfondimento sui TAG

 

Eccoci ad una nuova puntata con la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo“, questa volta mi è arrivata una richiesta di approfondimento di un argomento trattato in un vecchio post.

Il mese scorso ho scritto un post dove spiegavo il perché, e il come, usare TAG e CATEGORIE nei post scritti con WordPress. Il post ha ottenuto un buon feedback da parte dei lettori, Federico  in particolare mi ha chiesto un approfondimento per quanto riguarda i TAG.

 

APPROFONDIMENTO TAG

Prima di iniziare riprendiamo la definizione (che trovate su wikipedia) già usata nel precedente post:

 

“Un tag (cioè etichetta, marcatore, identificatore) è una parola chiave o un termine associato a un’informazione (un’immagine, una mappa geografica, un post, un video clip …), che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni basata su parole chiave. I tag sono generalmente scelti in base a criteri informali e personalmente dagli autori/creatori dell’oggetto dell’indicizzazione. Tuttavia i tag possono anche essere usati in modo improprio, ovvero fornire indicazioni riguardo all’opinione che qualcuno ha di un’opera e quindi essere correlati al consumatore del contenuto e non al contenuto in sé. Da qui si evince come il semplice associare tag non sia sufficiente a dare un livello semantico alla rete[1], sebbene alcuni includano il meccanismo del tagging nel web semantico.”

 

I tag (o meglio conosciuti come hashtag) sono nati per (e su) Twitter, successivamente si sono diffusi anche su Facebook, Instagram e Google+. Alcuni “puristi” dei Social dicono che i tag hanno senso solamente su Twitter, secondo me no.

Ok la definizione l’abbiamo capita, il tuo punto di vista sul loro utilizzo anche ma in pratica che sono questi TAG e come posso utilizzarli? Allora cerchiamo di semplificare la questione. Il TAG è una “chiave” che permette di aprire la porta per farti trovare.

Ad esempio se pubblichi una foto che ritrae una Chiesa di Roma io come tag metterei #chiesa #chieseroma #Roma, questo cosa significa? Significa che la vostra foto andrà a finire in tre  flussi di dati: Chiesa, Chiesa Roma e Roma. Questo significa che quando qualcuno farà una ricerca con uno di questi tre termini la vostra foto avrà buone possibilità di uscire nei risultati e quindi avere un buon engagement (like, share, commenti).

Naturalmente i tag devono essere in linea con quello che stai pubblicando altrimenti non avrai dei risultati positivi. Quanti tag posso mettere? Diciamo che il limite dipende da quanti tag in linea trovi con quello che stai pubblicando, se nel post che stai per pubblicare trovi 10 tag in linea perché non metteri?

 

TRICKS:”Hai notato che ogni tanto trovi un tag anche nel titolo del mio post? Ti sei mai domando perché? Creando un titolo ad hoc ed inserendo un tag nel titolo quando qualcuno fa un ReTweet del mio post questo verrà inserito in quel tag. Ad esempio ho scritto un post  che si intitola “I sapientoni di #Facebook“. Questo significa che quando qualcuno andrà a ripubblicare il mio post verrà sfruttato il tag Facebook.

 

Appena pubblicato il post su Twitter con questo metodo è andato subito tra i tweet popolari con tag Facebook, questo significa aumentare la visibilità del post.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

Come eliminare i collegamenti ipertestuali su #Word

Vediamo come eliminare i collegamenti ipertestuali su Word

 

Torna la rubrica Chiedilo a Mr Tozzo e questa volta la domanda mi è stata fatta a lavoro, la richiesta è la seguente:

 

“Come faccio a levare i collegamenti ipertestuali (hyperlink) da un documento Word?”

 

Alcune volte può capitare di aprire un documento Word con all’interno dei collegamenti ipertestuali che praticamente sono delle parole che se ci cliccate sopra vi porteranno su un sito web.

 

ipertesto1

 

Come potete notare il collegamento ipertestuale lo riconoscete subito perché è blue e sottolineato. Se volete levarlo vi basterà evidenziare la parola interessata e poi cliccate con il tasto destro, a questo vi apparirà il seguente menù.

 

ipertesto2

 

Cliccate su Rimuovi collegamento ipertestuale e il gioco è fatto. Ma se ho 50 collegamenti ipertestuali? Questa soluzione potrebbe risultare scomoda, in quel caso premete le seguenti sequenze:

 

  • CTRL+A (per evidenziare tutto il testo)
  • CTRL+SHIFT+F9 (per eliminare tutti i collegamenti ipertestuali)

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).