Come comprare (e rinnovare) il dominio su WordPress.com

Vediamo come comprare e rinnovare il dominio su Wordpress.com

 

Torna la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” e questa volta la richiesta arriva da Rita di Parole e Ombra. La richiesta è la seguente:

 

“Ciao! Tra non molto mi scade il dominio al blog. Dato che entrambi utilizziamo un servizio di WordPress.com, hai per caso scritto qualche post su come fare il rinnovo?”

 

Ancora non avevo scritto niente e quindi ecco il post dove andiamo a spiegare come comprarlo e rinnovarlo.

COMPRARE UN DOMINIO SU WORDPRESS.COM

Quando apriamo, gratis, un blog sulla piattaforma wordpress.com l’url del nostro blog sarà il seguente: nomeblog.wordpress.com che per iniziare va bene, ma se vogliamo rendere il nostro blog più “professionale” un url del genere non è molto bello da vedere.

Entrate con il vostro account wordpress e poi andate nella sezione Dominio e qui, inserendo i vostri dati personali e di pagamento, potrete scegliere l’abbonamento (secondo le vostre esigenze). Io vi consiglio, se non avete esigenze particolari, di prendere l’abbonamento base che è più che sufficiente.

Una volta pagato il dominio sarà operativo in 24/48 ore e il vostro url passerà da ilmioblog.wordpress.com a ilmioblog.com, l’abbonamento dura 1 anno e costa circa 18€

 

RINNOVO DOMINIO SU WORDPRESS.COM

Il rinnovo può avvenire o in maniera manuale (quindi vi dovrete ricordare voi la data di scadenza) oppure in maniera automatica. In entrambi i casi vi arriverà una email che vi ricorderà che a breve il vostro dominio scadrà e una email dopo aver effettuato il rinnovo.

Anche in questo caso dovete andare sul vostro account wordpress e poi su Dominio, vi troverete davanti una pagina con tre menù: Piani, Dominio e E-mail. Voi andate su Dominio e poi cliccate su Dominio registrato, vi si aprirà una nuova pagina.

Adesso andate su Impostazioni di Pagamento e qui andate a definire le vostre modalità di pagamento (utile se avete scelto la modalità automatica).

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

 

Cookie Law: i blogger sono salvi mentre WordPress.com no (ULTIMI AGGIORNAMENTI)

Aggiornamenti importanti sulla Cookie Law per chi usa Wordpress.com

Pile of chocolate chip cookies isolated on white background

Oggi un post speciale (di solito di sabato non pubblico) perché mi sembra giusto dare un aggiornamento importante su una questione che ha fatto perdere il sonno a molte persone. Parliamo ancora di Cookie Law !! Ieri mi è stato segnalato un aggiornamento del garante da parte di questa blogger. L’aggiornamento è del 5 giugno 2015 quindi è fresco fresco  e il punto che ci interessa a noi che usiamo WordPress.com è il numero 3.

“Uso di piattaforme che installano cookie

In alcune richieste è stato evidenziato il fatto che è difficile apportare le modifiche necessarie a dare attuazione alla normativa in materia di cookie alle piattaforme da molti utilizzate per la realizzazione di siti web e contenenti già al loro interno strumenti, talora pre-configurati, per la gestione dei cookie o dei widgets.

Al riguardo, la consapevolezza dei vincoli tecnologici esistenti ha portato il Garante a indicare il termine di dodici mesi per attuare le indicazioni contenute nel provvedimento dell’8 maggio 2014 onde consentire una compiuta attuazione degli obblighi normativi. Si ritiene che tale obiettivo, in considerazione della vasta platea di utilizzatori e sviluppatori di piattaforme (molte delle quali open source), possa essere raggiunto mediante l’applicazione di strumenti di c.d. privacy-by-design realizzati sulla piattaforme medesime e messi a disposizione degli utilizzatori e gestori di siti.

Tali interventi dovranno essere volti a permettere il più ampio margine possibile di azione da parte degli utilizzatori sull’installazione dei cookie, consentendo loro di inibire l’installazione di quelli a loro non necessari, e in ogni caso dovranno prevedere opzioni di default che subordinino l’installazione dei cookie non tecnici alla manifestazione del consenso preventivo nelle forme semplificate previste dal Provvedimento.”

In poche parole viene detto quello che già tutti i blogger avevano detto in merito a questo problema, se WordPress non mi fornisce gli strumenti per mettermi in regola la colpa non può ricadere sul blogger ma deve ricadere sulla piattaforma.

Quindi è inutile che lo staff di WordPress continui a rispondere sempre con il solito Copia e Incolla !! Detto questo la questione, almeno per me, è chiusa quello che doveva essere fatto è stato fatto e quindi si può tornare alla programmazione normale.

L’aggiornamento completo la trovate qui.

Buon Blogging a tutti !!

Cookie Law: chiarimenti finali

Ultimi chiarimenti sulla questione Cookie Law e Wordpress.com

Pile of chocolate chip cookies isolated on white background

Giuro che questo è l’ultimo post su questo argomento perché mi sono stufato io a scriverne, immagino voi a leggere questi post. Tralasciando il parere su questa legge che è fatta molto male in questo post mi vorrei concentrare sul problema Cookie Law – WordPress.com.

In questi giorni ho letto molti post (su blog e social media), molti commenti e molte volte il sito del Garante che inizio ad avere gli incubi. Quello che viene fuori è il CAOS perché la legge è fatta male e ci sono troppi cavilli che creano solamene il panico, il fatto poi che molti blog sono gestiti da persone non tecniche questo non aiuta.

 

cookie

 

Il problema è ancora più grosso se usi la piattaforma WordPress.com perché se per gli altri c’è una soluzione quasi automatica (installi un plugin e hai risolto oppure se usi Blogspot ci pensa Google), per quei poveri blogger (me compreso) che usano la piattaforma di Matt Mullenweg la questione non è così semplice.

 

DAL 2 GIUGNO SEI UN FUORILEGGE

Possiamo parlarne fino allo sfinimento ma la realtà è questa, se Automattic non prende provvedimenti in merito dal 2 giugno tutti i blog europei non rispetteranno la Cookie Law e quindi sono a rischio multa. La multa, ecco questo è l’ennesimo punto oscuro di questa legge.

L’eventuale multa chi la deve pagare ? Il blogger o Automattic? Secondo me Automattic perché non mi permette di mettermi in regola con la legge.  Infatti il codice non lo posso toccare e i plugin non li posso usare e io come faccio a mettermi in regola? In questi giorni girando su diversi blog ho notato che molti (tra cui anche io) hanno inserito un Widget Testuale dove si dichiara l’utilizzo dei cookie.

 

“E’ come se affitto una macchina e poi mi fanno la multa perché non ha la revisione, la multa la deve pagare chi ha affittato la macchina e non a me.”

 

Questa soluzione è inoltre portata avanti da quelli di WordPress.com, peccato però che non sia valida per il Garante della Privacy che anche a livello informativo vuole il banner. Oggi nel forum inglese di WordPress ho letto ancora una volta questa soluzione e parecchio indispettito ho risposto in maniera polemica.

La domanda che ho anche fatto nel forum (senza avere risposta) è quale sia il problema, inoltre esiste già un widget che fa apparire il banner per  Internet Defense League (che ancora ne devo capire l’utilità), nel aggiungere un widget per far apparire il banner per l’informativa cookie. Inoltre su WordPress.com la storia dovrebbe essere ancora più facile visto che Adsense non si può usare, Analytics non si può usare, Banner di Affiliazioni niente, quindi non ci sono presenze di cookie di profilazione.

 

CONCLUSIONE

 Sinceramente io non riesco a capire la posizione presa da Automattic, se non cambia rischia (secondo me) due cose:

 

  1. Migrazione in massa perdendo una buona fetta di mercato
  2. Pagare una multa molto salata

 

Io però sono ottimista e sono sicuro che una soluzione a questo problema ci sarà, ma fino a quando questa soluzione non sarà ufficiale questo sarà l’ultimo post su questa piattaforma. Da domani mi troverete su Toxnetlab’s Blog Reloaded e se non volete perdervi i prossimi post nella colonna destra del nuovo blog trovate i form per registrarvi.

Spero di ritrovarvi sul nuovo blog altrimenti GRAZIE  per tutte le volte che avete letto e commentato i post di questo blog.