[BLOG IN AZIENDA – #7]: PIANO EDITORIALE

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Quando gestiamo un blog a livello professionale non possiamo lasciare niente al caso, ma ogni cosa deve essere curata nei minimi dettagli. Tra le cose che non possiamo lasciare al caso c’è la programmazione delle pubblicazioni dei post (sia per un blog mono-autore che per un blog multi-autore).

In nostro aiuto viene il Piano Editoriale, ma perché dobbiamo averne uno per un blog? È molto importante definire quante volte si pubblica al giorno o a settimana per dare delle certezze ai vostri lettori abituali e non perdere views. Ad esempio basta pensare alla vostra serie televisiva preferita voi sapete che verrà trasmessa tutti i giovedì alle 21 sul canale XY, ecco sicuramente voi vi sintonizzerete sul canale XY tutti i giovedì alle 20.30 per non perdervi neanche 1 secondo. Stessa cosa vale per le pubblicazione dei post, io so che il mio blog preferito pubblica tutti i giorni alle 9 e io tutti i giorni alle 9 andrò sul suo blog.

Un Piano Editoriale è importante anche per mettere ordine nel vostro lavoro specialmente se gestite un blog multi-autore o se lavorate per più blog con scadenze differenti (in questo caso è fondamentale).

 

PIANO EDITORIALE

Ok il piano editoriale è fondamentale, ma quali strumenti possiamo utilizzare per crearlo? Possiamo partire utilizzando un semplice foglio excel, però rende il lavoro macchinoso, oppure (se utilizzate wordpress) esistono dei plugin per creare e gestire un Piano Editoriale.

Molti usano Google Calendar strumento molto valido gratuito e che trovate sempre a disposizione in Google, quindi anche se non vi trovate davanti il vostro computer vi basterà accedere con il vostro account google per avere a portata di mano il vostro Google Calendar. La funzione che lo rende molto interessante è che può essere condiviso e aggiornato da più persone contemporaneamente.

Il team di 4Writing ne riportano altri molto interessanti, vi consiglio di leggere l’articolo. Ok, ma come viene strutturato un Piano Editoriale? L’operazione è meno complessa di quello che può sembrare, ogni giorno verrà segnato “cosa viene pubblicato” e “chi pubblica“, questo lavoro di gestione (che potrebbe risultare noioso) farà fare al vostro blog un salto di qualità e raggiungere gli obiettivi prefissati ma sopratutto avrete un lavoro organizzato e di qualità.

 

CONCLUSIONI

Ok siete convinti della potenza di un Piano Editoriale? Bene allora se volete approfondire il discorso vi consiglio di leggere questi due articoli: “Calendario editoriale: come articolare le pubblicazioni” e “Organizziamo il piano editoriale del tuo blog?” Alla prossima puntata !!

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

[BLOG IN AZIENDA – #6]: I PLUGIN UTILI PER IL NOSTRO BLOG

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Oggi andiamo a vedere alcuni plugin, senza esagerare, che possono tornare utile per gestire al meglio il nostro blog. Mi raccomando però di non esagerare perché troppi plugin possono essere controproducenti e appesantire il nostro blog.

 

FLOATING SOCIAL BAR

Floating Social Bar è il migliore plug-in per Social Media presente su WordPress, permette di inserire una barra orizzontale con i pulsanti dei principali Social. Rispetto ad altri plug-in, questo risulta essere il più veloce.

E’ di facile utilizzo, grazie alla sua interfaccia drag and drop e permette di ottimizzare al massimo le condivisioni Social. Il plugin può essere scaricato da qui.

 

WORDPRESS SEO BY YOAST

Il migliore plug-in SEO in circolazione per la piattaforma WordPress, questo strumento oltre ad ottimizzare i propri articoli da un punto di vista SEO ha anche funzionalità avanzate molto comode. Ad esempio la gestione di Sitemaps e Google Authorship.

Questo è uno dei plugin più completi per quanto riguarda il lato SEO, ed è uno dei quei plugin che proprio non può mancare nel vostro blog. Se volete avere una “piccola guida” su questo plugin cliccate qui. Se invece volete scaricare il plugin andate qui.

 

W3 TOTAL CACHE

Questo plug-in metterà il turbo al vostro sito, come? Semplice andrà memorizzare nella cache il vostro sito, questo renderà più veloce il caricamento riducendo anche il carico di lavoro sul server. Il plugin lo potete scaricare qui.

 

LIMIT LOGIN ATTEMPTS

Questo plug-in permette di migliorare la sicurezza del vostro sito. Infatti questo plug-in limita gli accessi non riusciti al pannello di amministrazione del sito. Questo vi permetterà di salvarvi da attacchi di tipi Brute Force. Il plugin lo potete scaricare qui.

 

POST EXPIRATOR

Se scrivi un post con “scadenza” (ad esempio un post che riguarda un concorso o un evento) quello che ti servirà fare sarà rimuoverlo. Ecco questo plug-in viene in tuo aiuto.

Post Expirator permette di programmare, impostando la data di scadenza, la rimozione automatica di un post. Una volta che il post è scaduto si può decidere se farlo spostare nel cestino o nelle bozze. Inoltre è possibile far sapere ai propri lettori (inserendo la data di scadenza) che quello che stanno leggendo è un post a tempo. Il plugin lo potete scaricare qui.

 

CONCLUSIONI

I plugin sono molto utili e possono dare una mano al nostro blog per crescere, l’importante è non esagerare perché se è vero che ne esistono molti utili è anche vero che molti sono totalmente inutili. Quelli che ho citato in questo post sono (secondo me) i migliori. Tu ne hai altri? Lascia il tuo contributo nei commenti, alla prossima puntata.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).

[BLOG IN AZIENDA – #5]: STRUTTURA DEL BLOG – PARTE 3

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Nelle due precedenti puntate abbiamo  affrontato l’argomento “Struttura del Blog” e in particolare abbiamo visto:

 

  • Quello che dobbiamo fare (e non fare) per rendere il nostro blog user-friendly
  • Struttura del Blog

 

Oggi parliamo di come impostare lo sfondo del nostro blog, sempre con l’idea di rendere il nostro blog responsive e di rendere l’esperienza del lettore piacevole.

 

EVITIAMO FOTO ED EFFETTI SPECIALI

Come sempre vale il concetto “La semplicità vince sempre“, quindi evitate di inserire effetti speciali che hanno un unico effetto: quello di far scappare il lettore. Infatti nel momento in cui diventa difficile la lettura il lettore non rimarrà sul vostro blog un secondo di più, ma volerà via verso nuovi lidi non tornando più da voi.

Evitate anche di utilizzare foto (specialmente se non ottimizzate per il web) perché oltre a rendere fastidiosa la lettura renderà anche il vostro blog appesantito e questo non piace ai motori di ricerca. Uno dei parametri che i motori di ricerca (ad esempio Google) utilizzano per far scalare la SERP al vostro sito è anche il tempo di caricamento delle pagine.

Io trovo molto confortevole per la lettura o uno sfondo bianco oppure uno sfondo nero, eviterei colori troppo accesi perché possono dare (almeno a me personalmente lo fa) fastidio agli occhi. Tu cosa ne pensi? Che tipologia di sfondo preferisci? 

 

CONCLUSIONE

In queste tre puntate abbiamo visto come strutturare il nostro blog per renderlo appetibile per i nostri lettori (e per i motori di ricerca), se avete domande potete lasciarle nei commenti. Alla prossima puntata !!

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).