DDL diffamazione, i blog sono salvi

Sembra che siamo arrivati al capitolo finale di questa storia sulla diffamazione per mezzo stampa cartacea e/o online. Il decreto è stato riscritto per l’ennesima volta (quasi dieci volte), ma ormai sembra essere quello definitivo.

L’ultimo testo del DDL integra l’articolo 8 della legge sulla stampa – n. 47 dell’8 febbraio 1948 – per quanto riguarda le rettifiche in caso di soggetti lesi nella reputazione. Le rettifiche, secondo il DDL, dovranno essere “pubblicate gratuitamente senza commento nel quotidiano o periodico interessato, comprese le relative edizioni diffuse per via telematica“. La grossa novità della nuova versione del DDL è l’eliminazione della pena detentiva per il giornalista, sostituita con una pena pecuniaria che va da 5mila euro fino a un massimo di 50mila euro.

I blog sono esentati da questo DDL, infatti le tanto contestate disposizioni sui blog presenti nel precedente DDL (blog equiparati alla carta stampata) sono sparite.

Ad maiora