Greenpeace vs Apple

Greenpeace assalta la sede principale di Apple a Cupertino. Due attivisti nelle prime ore della mattina (in california) hanno eseguito un vero e proprio blitz contro Apple rea di essere una azienda poco “green”.

La protesta è avvenuta in maniera plateale prima proiettando una serie di messaggi sulla facciata principale della sede di Infinite Loop, successivamente hanno messo davanti all’ingresso della sede un “Fungo gigante” con il marchio della Mela e un messaggio che recitava cosi:

Sicuramente una società come Apple sa che puntare sulle energie rinnovabili non è solo la cosa più intelligente, ma è anche quella giusta da fare. Pulite la nostra Nuvola!”

La frase si riferisce alle accuse mosse in passato contro Apple sul fatto di avere dei DataCenter che gestiscono il servizio Cloud che funziona con energia a carbone. Apple ha replicato dicendo che:”quell’impianto attinge più della metà della sua energia elettrica da fonti rinnovabili, con pannelli fotovoltaici che forniscono oltre 20 megawatt e celle alimentate a combustibile biologico da cui se ne ricavano 5.

I due attivisti sono stati arrestati dalla polizia di Cupertino.

Ad maiora