Beppe Grillo e Movimento 5 Stelle, il nuovo fenomeno virale del web

480186_10151291743946453_714119122_n

Beppe Grillo con il suo Movimento 5 Stelle ormai sono una realtà del panorama politico e pensare che tutto è partito dal web, da un blog. Oggi Grillo si ritrova tra le mani un partito che rischia di vincere le prossime elezioni politiche.

Lasciando perdere la politica (non è questo il blog adatto), Grillo con il suo partito sono l’esempio di “Fenomeno Virale” sul web. Il suo blog ottiene migliaia di visite al giorno (in questi ultimi giorni forse anche qualche cosa di più), i video sul suo canale Youtube sono i più visti in assoluto. E’ il più twettato, il più condiviso e il più ricercato (su Google :D).

Insomma quello che era un semplice blog è diventato qualche cosa di più, è diventato un FENOMENO VIRALE DI COMUNICAZIONE SUL WEB.

Se volete seguire Beppe Grillo e lo spoglio elettorale in streaming allora guardate qui:

Ad maiora

Anonymous in politica ? No grazie e dichiarano guerra a Beppe Grillo

Sul web girava voce che il collettivo hacker fosse pronto per scendere in politica, ma attraverso il loro blog i ragazzi di Anonymous hanno smentito subito questa notizia definendola una “vicenda ridicola”. Anonymous ha anche detto che questa bufala avrà delle ripercussioni su chi l’ha ideata.

Insomma il collettivo più famoso al mondo non ha preso bene questa notizia. Gli Anonymous erano stati accusati di essere i colpevoli del “Golpe contro Beppe Grillo”, il giornalista Claudio Messora avrebbe inviato degli screenshot del logo politico attribuito agli hacker molto simile a quello di Beppe Grillo.

Claudio Messora dichiarava: “Lo scopo principale è destabilizzare il Movimento Cinque Stelle colpendo direttamente Beppe Grillo. In termini tecnici questo viene definito Golpe . NOI, non abbiamo alcun interesse a scherzare! Occhi aperti“.

La risposta degli hacker non si è fatta attendere: “Gli screenshots forniti in allegato alla mail sono chiaramente fake . L’indirizzo email del sender della mail estrapolato dagli headers pubblicati dallo stesso Messora risulta INESISTENTE. In conclusione, l’intera vicenda è un fake orchestrato ad arte da qualcuno interessato a screditare il Partito Pirata e creare FUD verso il M5S usando Anonymous per veicolare la polpetta avvelenata. Inutile dire che non ci prestiamo volentieri a questi giochetti di bassa lega e che ad ogni azione corrisponde una reazione, Anonymous non ha simpatie particolari verso alcun partito“.

Una vera e propria dichiarazione di guerra !!

Ad maiora