ADBlock si o no ?

ADBlock si o ADBlock no ? Cosa ne pensi ?

adblock

ADBlock ne hai mai sentito parlare ? Se sei un blogger o uno yotuber che monetizza sicuramente lo conosci, anzi sicuramente lo odi. Ma cosa fa esattamente questo ADBlock? Prendiamo la  definizione di wikipedia:

 

“AdBlock è un’estensione creata dallo statunitense Michael Gundlach per il blocco della pubblicità e il filtraggio dei contenuti per i browser Opera, Google Chrome e Safari. AdBlock permette agli utenti di impedire che siano visualizzati alcuni elementi della pagina, come le pubblicità online. AdBlock è attualmente l’estensione più popolare per Google Chrome.”

 

Adesso avete capito perché è così odiato?  Questo post nasce dopo aver letto il seguente articolo “Addio alla pubblicità su Facebook e Youtube con AdBlock“. In questo articolo ho trovato una frase interessante: “Penso che l’utente abbia il pieno diritto di difendersi dall’advertising, specie quando questo si dimostra eccessivamente invasivo.

Dopo aver condiviso questo articolo è arrivato subito un commento che andava contro questo sistema di blocco:


https://plus.google.com/114047289500810417031/posts/bCqa67mJZDf

Il commento, come potete leggere, è negativo ma anche il blogger di Casa Procida ha ragione quando scrive: “Se vuoi usare una risorsa gratuita ti becchi la pubblicità, se no vai sulle risorse a pagamento e non le vedrai mai. – Io spesso regalo consigli o esperienze sul web, mi vuoi pagare sorbendoti le pubblicità?

Insomma l’argomento è delicato nel senso che se leggi le due affermazioni saresti tentato a dare ragione ad entrambi, ma allora ripropongo la domanda: ADBlock si o no ?

CONCLUSIONI

Io credo che, come sempre, il giusto sia nel mezzo. Mi spiego meglio, seguitimi, la pubblicità è fastidiosa, noiosa e molte volte è inutile. La pubblicità però è anche interessante, divertente e utile ma quindi che dobbiamo fare con questo ADBlock?  Se usarlo o no dipende da te blogger, infatti se riempi il tuo blog di banner che mi impediscono di leggere allora si uso ADBlock. Se invece ne fai un uso moderato allora non userò ADBlock.

Adesso tocca a te, cosa ne pensi ? ADBlock si o ADBlock no ? Lascia il tuo parere nei commenti il tuo parere sarà sicuramente interessante per creare nuove argomentazioni.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Facebook e la truffa a colpi di click

La piattaforma Limited Run accusa Facebook che l’80% dei click a pagamento non proviene da utenti reali ma da BOT (programmi automatizzati che effettuano in questo caso dei click).

Limited Run, piattaforma specializzata in soluzioni per la distribuzione di prodotti digitali e fisici nel settore discografico, eliminerà la sua pagina su Facebook dopo che si è accorta che solamente il 20% dei click della sua pubblicità ha un redirect sul proprio sito.

Limited Run dice:”Un paio di mesi fa, quando preparavamo il lancio della nuova piattaforma Limited Run, abbiamo iniziato a sperimentare con le pubblicità di Facebook. Sfortunatamente, nel corso dell’analisi del loro sistema pubblicitario, abbiamo notato una serie di anomalie“. Il sito di Zuckerberg ha una politica che impone dei costi in base ai click verso le piattaforme partner.

Limited Pressing, la società che ha prodotto Limited Run, utilizzando dei tool specifici (Click e Google Analytics) ha scoperto che solamente il 20% dei click erano delle persone fisiche reali e quindi dei potenziali clienti.

Facebook, inizialmente in silenzio, ha avviato un indagine interna per verificare le accuse sollevate da Limited Pressing.

Ad maiora