Flame, il virus creato dalla Casa Bianca

Flame è un super virus informatico? No Flame è un super-spione a Stelle e Strisce. Alcune fonti anonime dicono che il virus informatico (uno dei più potenti creati negli ultimi decenni) sia stato commisionato direttamente dalla Casa Bianca per attaccare i sistemi informatici iraniani.

Sembra la trama di “War Games“, ma questa volta non è un film è pura realtà. Flame non sembra essere l’unico virus richiesto dalla Casa Bianca, infatti qualche settimana prima della scoperta di Flame era uscito Stuxnet.

Flame sembra che faccia parte di una operazione che ha il nome di “Olympic Games“, una sorta di iniziativa di cyber-guerra o come l’hanno chiamata gli americani cyber -walfare, approvata dallo stesso Obama. Il virus è stato creato per carpire informazioni come password, registrazioni audio-visive e testi andando ad infettare computer e server iraniani (dove sembra che Windows vada per la maggiore come sistema operativo).

Alla fine questo virus deve essere scappato di mano visto che si è diffuso quasi in tutto il globo.

Ad maiora

Autore: Mr Tozzo

Ciao sono ANDREA TOXIRI (aka Mr Tozzo), Street e Portrait Photographer. La fotografia è una passione che coltivo da tempo e che in questi ultimi anni è diventata sempre più dominante. I generi di fotografia che preferisco sono: Street Photography, Portrait, Sport e Foto Reportage, naturalmente alla pratica affianco sempre lo studio per tenermi sempre aggiornato e migliorare il mio stile.

1 commento su “Flame, il virus creato dalla Casa Bianca”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.