RECENSIONE – Blackberry BBM per iOS

10 milioni di download in 24 ore, non potevo non provare l’applicazione BBM per iOS e Android

Fonte Foto: http://www.tuttoandroid.net
Fonte Foto

L’applicazione appena uscita ha stabilito subito un record, 10 milioni di download in 24 ore, stiamo parlando di Blackberry BBM la famosa applicazione per chattare nel mondo Blackberry rilasciata anche per iOS e Android.

Visto tutto il “rumore” che si è creato intorno a questa applicazione non potevo non scaricarla e testarla, la versione che ho provato è per iOS.

Applicazione: Blackberry BBM

Device: IPhone 3GS

SO: iOS 6.1.3

DOWNLOAD E INSTALLAZIONE

Il download dell’applicazione avviene nella maniera classica, tramite l’Apple Store, la velocità del download può dipendere da vari fattori (velocità 3G, poca copertura, server intasati). Il mio download è stato abbastanza rapido, diciamo nello standard.

Una volta scaricata l’applicazione inizia l’installazione, anche qui avviene tutto in automatico in classico stile Apple. Una volta finita l’installazione apparirà l’icona (con il classico simbolo del BlackBerry) con scritto BBM.

CONFIGURAZIONE

Prima di iniziare ad utilizzare l’applicazione bisognerà configurarla. Se avete già il vostro account BBM dovrete inserire solamente il vostro PIN, altrimenti continuate a leggere.

La prima cosa che dobbiamo fare è creare il nostro account ed ottenere il PIN-BBM. Il PIN-BBM sarà il vostro identificativo nella chat e se qualcuno vi vorrà aggiungere ai propri contatti dovrà conoscerlo.

foto

Non fatevi spaventare da quello che leggete nella foto, una volta inserita la mie email ho dovuto aspettare solo pochi minuti per iniziare ad utilizzare il mio account BBM.

Una volta inserita la vostra e-mail nel box e cliccato avanti dopo pochi istanti (anche qui il tempo può variare in base al traffico sui server) riceverete una e-mail con il vostro PIN e un link per confermare il vostro account.

foto1

Una volta confermato l’account non vi resta che inserirlo nel vostro BBM e l’applicazione è pronta per essere utilizzata. Ok, ora che abbiamo ottenuto il nostro PIN possiamo iniziare ad utilizzare la nostra applicazione.

La prima cosa da fare è andare su Impostazioni e configurare l’impostazioni del nostro Profilo Personale (Foto, Nickname, Località, Stato).

foto3

Se impostiamo lo stato su “Impegnato” abbiamo anche la possibilità di inserire un messaggio, ad esempio: “Ora non posso chattare, appena mi libero rispondo“. Adesso non vi resta che reperire i PIN dei vostri amici ed iniziare a mandare messaggi nell’emisfero BB.

CONCLUSIONI

L’applicazione funziona bene e fa il suo lavoro, ma non introduce nessuna funzionalità particolare.   Mandi e ricevi messaggi,foto e note vocali il tutto naturalmente all’interno del mondo BB.

La domanda che vi lascio è: “Perchè un utente iOS o Android dovrebbe scaricare questa applicazione?” Aspetto i vostri commenti !!!

VOTO: 6,5

Ad maiora

Blackberry fa il botto

L’applicazione BBM stabilisce un vero record nel mondo delle applicazioni

 

Fonte Foto: http://www.tuttoandroid.net
Fonte Foto: http://www.tuttoandroid.net

 

BBM la famosa applicazione per chattare nel mondo Blackberry ha aperto le porte anche ad Android e iOS ed è stato subito record. In 24 ore ha ottenuto 10 milioni di download.

Questo è quello che ha dichiarato Andrew Bocking, Executive Vice President BBM di BlackBerry.

“Il lancio di BBM per Android e iPhone è stato entusiasmante e il mercato della messaggistica mobile è ricco di opportunità per noi. Vogliamo fare di BBM il principale social network privato per chiunque abbia bisogno di comunicare e collaborare attraverso un servizio di messaggistica istantanea, capace di  garantire anche attenzione alla privacy, al controllo e all’affidabilità”

Sicuramente questa apertura farà bene al mercato (in crisi) del Blackberry, in passato queste chiusure non hanno mai portato bene al business (Apple ne sa qualche cosa).

CONCLUSIONI

Dopo il bagno di entusiasmo iniziale (dovuto anche alla novità), gli utenti Android e iOS continueranno ad utilizzare questa applicazione? Ha senso utilizzare una nuova applicazione per chattare quando sul mercato ne esistono molte?

Ma sopratutto ha senso scaricare una applicazione per chattare con un piccola parte di utenti che utilizzano il BB? Infatti a differenza di altri programmi (come ad esempio WhatsApp per citare il più famoso), anche se hanno aperto ad altri sistemi (Android e iOS) sempre nel mondo BB rimani a chattare. Chi vivrà vedrà !!

Ad Maiora

Fonte: Assodigitale.it

La guerriglia londinese si organizza con il Blackberry

Ultimamente abbiamo assistito a un nuovo fenomeno nel mondo dell’informazione, ovvero abbiamo visto che la notizia non gira solamente sui “classici” mezzi di comunicazione ma anche su quelli alternativi (anzi molte volte viaggia anche in maniera più veloce!!). Un esempio l’abbiamo avuto con la morte di Bin Laden, la prima notizia è arrivata tramite Twitter. La tragedia norvegese (per citare quella più recente) c’ha fatto vedere come Facebook e Twitter (tanto demonizzati dalle TV) possono essere utilizzati anche per chiedere aiuto quando i mezzi tradizionali (telefoni e/o telefonini) sono out of service!!
In questi giorni stiamo assistendo alla guerriglia londinese, l’immagini ci arrivano tutti i giorni dalle televisioni ogni sera grazie ai vari TG, ma l’informazioni arrivano anche tramite i “mezzi alternativi” (Facebook, Twitter, Youtube). A questi si è aggiunto un mezzo di comunicazione, non troppo alternativo, il Blackberry.
Per essere più precisi si parla di BlackBerry Messenger (BBM). Infatti sembra che gli attivisti, che in questi giorni stanno mettendo a ferro e fuoco Londra, usino questa piattaforma per coordinare le sommosse. Vediamo più in dettaglio come funziona il BlackBerry Messenger (BBM):

Per comunicare con il Messenger gli utenti devono fornire il PIN identificativo del telefono agli amici con i quali vogliono chattare. A questo punto viene creata una rete privata dove possono accedere solamente i diretti interessati. Inoltre, altro plus che lo rende molto appetibile in particolare tra i più giovani, il servizio è in forma gratuita e i messaggi vengono scambiati privatamente. Il PIN, per poter accedere al network, può essere diffuso con qualsiasi mezzo, tra cui Twitter e altri social network, ma anche via SMS.

Insomma sembra che quelli di Blackberry abbiamo inventato una sorta di “Social Network da Agente Segreto”.
Questo servizio sembra che riesca a sfuggire a qualsiasi controllo telematico (ma questo è ancora da verificare per bene).

Ad maiora