Come trasferire la rubrica da iPhone ad Android

Vediamo come trasferire la Rubrica da iPhone ad Android senza impazzire.

0_480_640_0_70_http---i.haymarket.net.au-News-carrying-boxes-2

 

E’ arrivato il momento di cambiare il tuo smartphone e questa volta hai deciso di non rimanere legato ad Apple ma di provare nuove strade, la tua scelta è ricaduta su uno smartphone Android. Una  volta finito il momento di euforia per il nuovo bolide arrivare il momento più critico, trasferire la rubrica dal tuo vecchio iPhone al nuovo bolide con Android.

Naturalmente il trasferimento iPhone ==> iPhone risulta essere più indolore perché gestisci tutto tramite iTunes, ma tranquilli che anche iPhone ==> Android non è complicato. Se non vogliamo fare la fine del tizio in foto, traferire a mano tutti i contatti, possiamo affidarci al programma Easy Backup (che potete scaricare da qui).

 

INIZIAMO IL TRASLOCO

Una volta che avete installato e fatto partire  l’applicazione dovete seguire la procedure per l’iPhone e poi per Android.

 

PROCEDURA IPHONE

Una volta fatta partire l’applicazione sul vostro iPhone:

 

  • Permettete ad Easy Backup di accedere ai vostri contatti
  • Cliccate su Backup per creare un file VCF
  • A questo devi decidere dove salvare il tuo backup (Email o Cloud)

 

PROCEDURA ANDROID

Adesso dobbiamo caricare il file di backup creato precedentemente sul nostro nuovo bolide con Android:

 

  • Installare il programma Import Contacts (se volete potete scaricarlo da qui)
  • Scaricatevi il backup che avete creato precedentemente
  • Utilizzate il programma Import Contacts per caricare sul nuovo telefono il file VCF (il vostro backup)
  • Cliccate su Begin per far partire l’importazione del backup

 

CONCLUSIONI

La procedura può risultare più macchinosa rispetto a quella tramite iTunes però alla fine non è impossibile da eseguire, inoltre il programma Easy Backup io lo terrei anche se non dovessi fare nessuna “migrazione” verso nuovi sistemi, infatti può essere molto comodo per avere un backup in più oltre a quello su iTunes.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

 

***SEGNALAZIONE***

Ho ricevuto un Comunicato Stampa  per un evento che potrebbe interessare chi fosse in zona, qui di seguito un piccolo estratto del Comunicato che potete avere integrale contattando il Responsabile.

” Volevo segnalarti l’evento MUSEO VIVENTE DEL TRULLO, organizzato dall’Associazione ARTECA, che si terrà per tutta l’estate e oltre, a giorni alterni, nella caratteristica cornice dei trulli di Alberobello, presso il Rione Aia Piccola.

RESPONSABILE COMUNICAZIONE E PROMOZIONE: Filippo Gigante  Cell. 338 73 34 108  www.filippogigante.it 

Trasforma il tuo tablet in un portatile

Vuoi trasformare il tuo Tablet in un Portatile per lavorare meglio ? Allora leggi questo articolo.

ipad-606764_1280

I tablet sono sempre più utilizzati specialmente tra chi lavora in mobilità, il perché è molto semplice. Sono una via di mezzo tra uno smartphone e un portatile. Lavorare con un tablet è molto comodo in particolare quando non sei in ufficio e non hai a disposizione il tuo computer.

Le applicazioni e la potenza di cui sono dotati infatti non fanno rimpiangere i portatili, se in mobilità la dimensione dello schermo può essere sopportata magari quando ti trovi a casa o in ufficio potrebbe tornare utile avere una soluzione più comoda. Quindi oggi vediamo come trasformare il nostro tablet in un comodo portatile da utilizzare a casa o in ufficio.

 

SCHERMO

La dimensione dello schermo può essere un aspetto negativo quando si usa per tanto tempo un tablet, anche il più grande non raggiunge certo le dimensioni di uno schermo di un portatile. Esistono però soluzioni che permettono di collegare il tablet ad uno schermo (o TV).

 

iPAD

Se vuoi collegare l’iPad ad uno schermo (o TV) dovrai dotarti dei seguenti cavi a seconda dell’attacco del vostro schermo:

 

  1. Adattatore Apple a 30 pin a VGA
  2. Apple Adattatore da Lightning ad AV digitale
  3. Apple Cavo AV composito

 

ANDROID

In questo caso dipende molto dal tipo di tablet che avete, tendenzialmente la maggioranza ha un tablet Samsung, quindi il cavo da prendere è: Trust 19527 Kit Connessione TV.

 

TASTIERA

Se dobbiamo scrivere un post su Facebook o una nota veloce possiamo utilizzare tranquillamente il touch screen del nostro tablet, se invece dobbiamo scrivere un post per il nostro blog o una relazione potrebbe essere comodo avere una tastiera wireless. Qui di seguito ne trovate una se avete un tablet Apple e una per un tablet Android.

 

  1. Tastiera Apple
  2. Tastiera Android

 

ARCHIVIAZIONE DATI

Si sa, i tablet non hanno molto spazio per archiviare i dati e se vogliamo usarlo come fosse un portatile di spazio ce ne servirà e anche tanto. Questo problema ha due soluzioni:

 

  1. Utilizzare un servizio cloud dove archiviare i dati (ad esempio dropbox)
  2. Utilizzare un cavo adattatore

La prima soluzione è abbastanza semplice e comoda da utilizzare, vi basterà aprire un account e poi caricare i vostri file (ricordandovi di avere una buona connessione internet). In questa maniera avrete sempre i vostri dati dietro con voi, i quali saranno accessibili da qualsiasi punto e con qualsiasi device.

Se  invece decidete di utilizzare il cavo dovrete prendere l’adattatore giusto per il vostro tablet, nel caso usiate un Samsung potete prendere questo qui.

Se invece utilizzate l’iPad potete utilizzare il seguente adattatore “7 in 1 Camera Connection Kit Card Reader” però dovete stare attenti alla chiavetta USB che utilizzate, infatti dovete utilizzare quelle che non consumano troppa energia.

 

APPLICAZIONI PRODUTTIVE

 Tralasciando le applicazioni Office (che dipendono dal sistema operativo) quelle che suggerisco io sono:

 

  1. Evernote, ne ho parlato anche qui 
  2. Creare PdF (CamScanner per Android e ScantoPDF per iOS)
  3. Skype
  4. Dropbox
  5. Printer Pro Lite
  6. Wi-Fi Finder
  7. Digg
  8. Tutte le applicazioni Social
  9. Infinitweet (ne ho parlato qui)

 

CONCLUSIONI

E tu cosa ne pensi ? Può tornarti utile trasformare il tuo tablet in portatile? Se hai domande sfrutta i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Mettiamo il turbo al nostro Android

Il tuo telefono Android ha rallentato parecchio? Forse è il caso di eseguire dei piccoli accorgimenti per metterli il turbo

android-199225_1280

Utilizzare uno smartphone lento può risultare molto frustrante specialmente se per aprire una applicazione ci impieghi diversi secondi, oggi andiamo a vedere come rivitalizzare il nostro smartphone con Android.

 1. AGGIORNAMENTI

Tenere un Sistema aggiornato è la migliore soluzione per avere sempre un Sistema sicuro e stabile, questo vale sia per i Sistemi Desktop che per quelli Mobile. Infatti l’aggiornamento migliora sia la sicurezza che le prestazioni grazie alla correzione di bug che danno nuova vita al Sistema. Se vuoi controllare se ci sono nuovi aggiornamenti segui questo percorso: Impostazioni ==> Info sul dispositivo ==> Aggiornamento software.

2. TIENI PULITA LA HOME

Qualsiasi cosa attiva consuma risorse sul Sistema quindi evitate sfondi animati (meglio quelli statici), levate le icone che non utilizzate e non esagerate con i widget. Una Home pulita migliora le prestazioni.

3. LEVA QUELLO CHE NON SERVE

Le applicazioni non utilizzate occupano solamente spazio  e occupano risorse del sistema, quindi è buona norma disabilitare le applicazioni che non si usano in questa maniera possiamo recuperare in prestazioni. Se invece l’applicazione è diventata proprio inutile e non viene utilizzata da tempo allora forse è meglio disinstallarla proprio.

4. PULISCI LA CACHE DELLE APPLICAZIONI

Le applicazioni che utilizziamo memorizzano nella cache di sistema dei dati che permettono alla applicazione stessa di lavorare più velocemente, ma allo stesso tempo con il passare dell’utilizzo rischia di saturare lo spazio del vostro telefono. Se voglio eseguire un po di pulizie mi basta seguire il seguente percorso: Impostazioni ==> Applicazioni e poi scelgo l’applicazione a cui voglio pulire la cache.

CONCLUSIONI

Queste sono alcuni trucchi per migliorare le prestazioni del nostro sistema Android, tu ne conosci altri ? Si ? Allora lascia il tuo contributo nei commenti potrà essere utile anche ad altri.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).