Quanto costa una recensione ?

Caro blogger ma quanto costa una tua recensione ?

6907261-breaking-bad-heisenberg

Nell’ultimo anno ho avuto 4 richieste di recensione a pagamento che però non sono andate a buon fine, ovvero non si sono mai concretizzate. Il motivo? Il prezzo come sempre ma anche per colpa della mentalità, si perché (almeno in Italia) si pensa che il blogger sia una figura non ben definita (il blogger non è un lavoro..in Italia)  da sfruttare per farsi largo nel web.

Alcune volte arrivano richieste di recensioni a gratis con la promessa che condivideranno il tuo post sui loro Social e ti assicurano che avrai un ottimo riscontro in visibilità. Si c’è ancora gente che ragiona così o meglio che ti vuole fregare in questa maniera. Avete mai visto il video “Freelance SI, Coglione NO!!

 

 

Questo capita anche nel mondo dei Blog e di solito questi “imprenditori” prendono di mira i piccoli medi blog perché, come si dice a Roma,  magari ce cascano !! E se queste persone ancora popolano il web è anche colpa di chi accetta di scrivere solo per avere la visibilità !!

 

CARO BLOGGER CON LA VISIBILITA’ NON CI PAGHI MANCO L’AFFITTO DEL SERVER !!

 

Poi ci sono anche quelli che ti pagano per scrivere una recensione sul tuo blog, poco, ma ti pagano. E qui, come diceva qualcuno, la domanda nasce spontanea. Ma quanto costa una recensione sul mio blog? Alle prime due richieste, essendo anche le prime, ho volato basso e ho chiesto 100€ e la risposta è stata: “Mi dispiace ma l’idea di budget era di 50€”, “Mi dispiace ma l’idea di budget era di 30€”.

Signori per 30€ non facciamo manco la fatica di accendere il computer !! Quindi le prime due non sono andate bene, la terza richiesta invece mi è stato risposto in maniera secca che “Era troppo” e poi è sparito. Alla quarta richiesta, visto che mi ero stufato di questi personaggi che vogliono la pubblicità ai loro prodotti gratis, sono andato pesante: “La recensione costa 500€“. E ho anche evidenziato la portata che avrebbe avuto il post se lo condividevo nei miei Social. Naturalmente la risposta è stata che era troppo.

E qui siamo arrivati al nocciolo della questione, quanto si deve far pagare un blogger per una recensione ? Si ok dipende dalla lunghezza del post, si ok dipende dalla qualità del post ma dipende anche da una cosa molto preziosa che ti sto offrendo, il mio pubblico !!  Se sono un blogger seguito (non è che servono i numeri dei GURU) io ti sto offrendo i miei lettori che potrebbero diventare tuoi potenziali clienti, più alto è il loro numero e più la recensione costa.

Buzzoole mi comunica che sommando tutti i Social dove sono iscritto ho un audience di 3K se a questo ci sommiamo i 1222 followers diretti del blog, allora, superiamo i 4K. Non sono tantissimi ma neanche pochi e sicuramente non li svendo per 30€ o per la visibilità.

foll

CONCLUSIONE

Pochi maledetti e subito

Adesso tocca a te a dire la tua? Cosa ne pensi ? Preferisci la visibilità, essere sotto pagato o pagato il giusto? A te la parola, sfrutta i commenti sotto questo post per lasciare la tua idea.

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

Voyager: porta il tuo smartphone anche in mare

Vuoi portare il tuo smartphone al mare? Allora prova la custodia Voyager della Cellular Line

Instagram video

L’estate è arrivata (e il caldo esagerato  ce lo conferma tutti i giorni) e quindi molti di voi saranno andati anche già al mare. Il vostro smartphone viene con voi? Certo che viene con voi, ma come sapete bene sabbia e acqua non sono proprio gli amici ideali del vostro smartphone.

Io questa estate ho provato Voyager della CellularLine e devo dire che il risultato è stato più che positivo, il test l’ho eseguito sia al mare che in piscina. Ok prima di andare in spiaggia mettetevi comodi e leggete la mia recensione.

 

VOYAGER PRO E CONTRO

Partiamo dal prezzo che è veramente conveniente, infatti io l’ho pagato 15€. Leggendo un prezzo così basso uno può pensare che il prodotto non sia il top, ed è la stessa cosa che ho pensato anche io mentre lo stavo comprando, ma poi mi sono ricreduto. Rapporto Prezzo/Prestazioni: OTTIMO !!

Il Voyager è compatibile con la maggior parte degli smartphone ma prima di comprarlo controllate se il vostro entra bene. Il test è facile, appoggiate il vostro smartphone sulla scatola e se entra nella parte tratteggiata allora non ci sono problemi.

A questo punto se il vostro smartphone è compatibile allora possiamo iniziare ad usarlo, quindi inseritelo nella custodia e chiudetela ermeticamente tramite l’apposita chiusura.

 

voyager chiusura

 

Ora che avete inserito (e chiuso bene) il vostro smartphone nella custodia potete iniziare ad utilizzarlo, i test che ho eseguito sono stati due:

 

  • Foto al mare
  • Video sotto l’acqua in piscina

 

Il Voyager è testato fino a 20 metri di profondità, quindi se avete esigenze più “spinte” questo prodotto non è per voi. Qui di seguito potete vedere alcune foto che ho fatto e il video.

 

 

 

Per fare la foto ho dovuto appoggiare il telefono a pelo sull’acqua e dopo la foto il telefono si è presa anche l’onda in faccia ;D . Come contro ho trovato un piccolo difetto che però non si presenta sempre, ovvero quando si immerge nell’acqua la pressione spinge la custodia contro lo schermo dello smartphone, questo diventa un problema quando sei in modalità fotocamera perché inizia a scattare foto a raffica. Però ripeto non si presenta sempre questo problema.

 

CONCLUSIONI

Personalmente il voto per questo oggetto è 8 fa quello che dice e soprattutto ti salva il telefono da sabbia, acqua e creme solari.

Se hai trovato interessante il blog lo puoi votare nella CATEGORIA 27 per il Macchianera Italian Awards cliccando qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

#RudyBandiera e il suo Web 3.0

IMG_1025

 

Seguo Rudy Bandiera tramite il suo blog e ho trovato sempre i suoi post brillanti, però devo ammettere che quando ho comprato il suo libro avevo qualche dubbio. No per Rudy ma perché libri del genere dicono tutto ma non dicono niente.

Dopo aver letto poche pagine avevo cambiato già idea (e andando avanti nelle lettura ho avuto conferma che la mia prima impressione era sbagliata), il libro deve essere letto dai professionisti del web, aspiranti tali e anche da chi semplicemente frequenta le strade del web.

Non è un manuale tecnico ne un How-To ma un libro che analizza in maniera molto completa quello che è successo, quello che sta succedendo e quello che succederà sul Web, non è magia, ma semplicemente una attenta analisi di una persona che vive da sempre e in maniera professionale il WEB.

Il libro inizia descrivendo quello che è successo fino ad oggi tramite la descrizione delle 5 aziende che hanno cambiato il nostro mondo:

 

  • Apple
  • Microsoft
  • Google
  • Facebook
  • Amazon


Queste sono le aziende che sono riuscite a guardare “oltre la siepe” e a traghettarci verso il futuro. Dalle aziende che hanno cambiato il nostro futuro alle tecnologie che cambieranno il nostro futuro il passo è breve ed è anche la seconda parte del libro.

 

L’INNOVAZIONE DIVENTA PROGRESSO QUANTO TUTTI POSSONO GODERE DELL’INNOVAZIONE

 

In questa seconda parte ho trovato molto interessante il capitolo su Robotica e Nanotecnologie, il libro si chiude con uno sguardo al futuro e sui possibili “rischi” che possiamo avere ma come giustamente dice lo stesso Rudy: “non siamo in grado di sapere cosa accadrà domani“. L’autore ci lascia con una scelta  da fare: Pillola blu o Pillola Rossa ? A te la scelta !!

Questo libro non è un libro tecnico, non è un How-To, non è un libro di fantascienza ma un libro che parla di Web (e di tutto quello che gira intorno) fatto da chi il Web lo vive per le persone che vivono il Web.

Se volete comprare il libro lo potete trovare su Amazon: “Rischi e opportunità del Web 3.0 e delle tecnologie che lo compongono”.

Questo libro è consigliato !!

Mr Tozzo