Craccato iCloud

iCloud è stato craccato e a dirlo è la vittima di questa azione di hacking, Mat Honan, il quale dice tutto su Wired dove spiega come sono andate effittivamente le cose. L’articolo lo trovate a questo link.

Il problema di hacking, secondo Honan, non l’ha avuto solamente Apple ma anche Amazon. Honan parla di “un caso di hacking che è scaturito dall’abuso dei meccanismi di recupero account tramite supporto tecnico (dal vivo) di Amazon e Apple“. Secondo Honan nel primo caso Amazon ha dato la possibilità al cracker di visualizzare le ultime quattro cifre della carta di credito, mentre nel caso di Apple ha preso per buone le quattro cifre della carta e gli ha dato la possibilità di avere pieno accesso a iCloud.

Apple ha risposto nella seguente maniera: “Apple prende la privacy dei clienti molto sul serio: il supporto di Cupertino richiede verifiche multiple per la verifica prima di un reset, nel caso specifico il problema è scaturito dall’acquisizione di informazioni personali e il personale supporto non ha seguito alla lettera le policy interne come avrebbe dovuto.

Nel caso Apple il problema non è tanto nei Sistemi Informativi ma nel fattore umano.

Ad maiora