Sony 4K Ultra Short Throw Projector

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Durante il CES2014 sono stati presentati molti prodotti interessanti e in particolare la Sony ha presentato un prodotto high-tech molto attento al design. Stiamo parlando del proiettore a tiro ultra-corto con sorgente luminosa Laser, il Sony 4K Ultra Short Throw Projector.

La caratteristica che colpisce subito è proprio il design che può fa confondere il prodotto come un complemento dell’arredamento.  Questo proiettore può riprodurre un’immagine di un minimo di 66″ ad un massimo di 147″.

Oltre il proiettore si possono aggiungere due moduli  che sono gli speaker audio e  altri due moduli che sono i contenitori per le sorgenti audio-video.

 

2-sony-unveils-4k-ultra-short-throw-projector-at-ces-2014

 

TECNOLOGIA UTILIZZATA

La tecnologia utilizzata da il  Sony 4K Ultra Short Throw Projector è quella LCD riflessiva con tre matrici da 0,74″ a risoluzione 4K, 4096 x 2160 pixel. La sorgente luminosa utilizzata garantisce un flusso luminoso di 2000 lumen.

Altre caratteristiche interessanti di questo prodotto sono:

 

  1. TRILUMINOS display
  2. Auto Color Calibration
  3. Motionflow
  4. Supporto alle sorgenti 3D

 

CONCLUSIONI

Il prodotto è molto bello  può essere definito come una sintesi tra tecnologia e design, il lancio sul mercato è previsto per questa estate negli USA.

Il prezzo di questo prodotto, non troppo abbordabile, oscilla tra i 30.000 e i 40.000 dollari. Beato chi se lo può permettere !!

 

Ad maiora

 

 

Ecco la nuova Playstation 4, più Social e Cloud Gaming

20130222-104917.jpg

L’attesa per gli appassionati è finita, finalmente è stata svelata la nuova Playstation nome in codice: PS4. Anche se “svelata” è un parolone, infatti per adesso di reale e concreto non c’è niente (o meglio non è stato fatto vedere), attualmente c’è solamente lo “spirito” di questa nuova console.

La PS4 assomiglia molto di più a un PC che ad una console, infatti ha una configurazione personalizzabile (tipo PC). Questi sono i numeri del nuovo gioiello marchiato Sony:

Processore x86-64 di AMD (APU) a 8 core (“Jaguar”) e GPU integrata Radeon “next-gen” con capacità di calcolo da 1,8 TeraFLOPS, 8 Gigabyte di memoria RAM GDDR5, capiente hard disk integrato, lettore ottico Blu-ray (6x in velocità angolare costante), USB 3.0, supporto di connettività completo (WiFi, Ethernet Gigabit, Bluetooth), output audiovisivo sia analogico che digitale (HDMI, versione non specificata).

Il tradizionale controller DualShock è stato sostituito da un controller dalle linee più morbide e touchpad. Altra novità della nuova PS4 è la camera con focus fisso F2.0 la quale potrà catturare le immagini in formato RAW o schema di colori YUV, inoltre terrà sotto controllo l’intera scena di gioco e si potrà collegare alla console tramite cavo dedicato di 2 metri.

Le novità più interessanti della PS4 sono Social e Cloud Gaming, infatti i giocatori potranno interagire con gli amici durante le partite , condividere video e immagini al semplice tocco di un tasto “share”. Inoltre grazie alla funzionalità Cloud Gaming i giocatori potranno avere a disposizione i giochi disponibili su PlayStation Network, potranno cominciare a giocare subito dopo aver selezionato un download (che sarà a pagamento) mentre la console continua a scaricare i contenuti e gli asset del titolo, potranno interagire con una eventuale PlayStation Vita tramite riproduzione remota, in questa maniera potranno giocare ai giochi che erano disponibili per la PS3 altrimenti non compatibili con il nuovo hardware x86.

Ad maiora

Youtube penalizza Universal e Sony per false visualizzazioni

Youtube taglia 2 miliardi di false visualizzazioni ai canali di Universal e Sony, colpevoli di aver “gonfiato” in maniera illecita i click dei loro video. Youtube dichiara guerra a queste tecniche illecite.

Il canale Universal aveva oltre 7 miliardi di click, dopo il raid di Youtube il conteggio è sceso di 1 miliardo. Stessa sorte è toccata alla Sony alla quale le visite sono scese di 850.000 milioni !! Anche i video di Micheal Jackson, Beyoncè e Avril Lavigne non si sono salvati dalla pulizia effettuata da Youtube.

L’operazione di “taglio” è toccato anche ai canali dei comuni mortali che hanno utilizzato modalità non gradite a Google per aumentare i click.

BigG dichiara: “di aver portato avanti la pulizia volontariamente, in quanto i canali coinvolti avrebbero violato la regola interna che vieta l’utilizzo di tool che automatizzano la crescita dei click.

Ad maiora