Youtube a pagamento ovvero come mandare in vacca un progetto

Youtube a pagamento un fallimento annunciato?

film-589491_640

La notizia è di pochi giorni fa, e l’ho appresa da Anna Covone di Tutto su Youtube, cambiano le regole per fare i BIG MONEY su Youtube. Prima di continuare però vorrei farti tre domande:

Cosa succede ogni anno quando ci troviamo a Dicembre/Gennaio ? La gente inizia a lamentarsi perché deve pagare il canone della RAI, è troppo caro, è inutile, io non la guardo mai la RAI ecco queste sono solo alcune delle lamentele che ogni anno si ripetono.

Lo sai perché Mediaset ha più successo della RAI ?  Si ok ha un palinsesto migliore, si ok ha un ufficio marketing migliore, si ok c’è Silvio ma il vero motivo è che Mediaset è gratuito ovvero non devi pagare nessun canone annuale. Si ok ti devi subire la pubblicità ma in qualche maniera anche loro devono campare.

Lo sai perché il WEB e in particolare YOUTUBE hanno più successo della TV ? Perché la TV è vecchia e il WEB è giovane, la TV è statica e il WEB è dinamico ma in particolare perché il WEB è gratuito. Ok ogni tanto ti devi subire la pubblicità, però ne vale la pena.

Ecco queste tre domande potrebbero già bastare per rispondere alla domanda Youtube a pagamento avrà successo? La mia personale risposta è NO. Vediamo di fare un po di chiarezza su come funziona oggi Youtube e su come dovrebbe funzionare domani.

 

YOUTUBE OGGI

Se sei uno Youtuber di successo puoi richiedere la partnership che ti permetterà di guadagnare dei soldi grazie ai tuoi video, come? Con la pubblicità !! Ovvero una volta che parte la partnership puoi decidere se mettere la pubblicità prima che inizi il video, alla fine del video o durante il video ogni tot minuti come succede in TV (ma come caro e moderno youtuber usi il vecchio metodo della tanto odiata TV, ti facevo più cool).

 

YOUTUBE DOMANI

Quello che ha pensato Youtube per i nostri cari youtubers è quello di levare la pubblicità e mettere dei mini-abbonamenti mensili. Quindi se vuoi vedere i video del tuo youtubers preferito dovrai pagare tot euro al mese. Insomma ci guadagnano tutti: ci guadagna Youtube, ci guadagna lo youtubers e ci guadagna (?) l’utente che guarda i video.

 

FALLIMENTO ANNUNCIATO

Ora la mia domanda è la seguente ma, con tutto il rispetto, tu pagheresti un mini-abbonamento per vedere FaviJ sclerare davanti un videogame? Tu pagheresti un mini-abbonamento per sentire l’ultima recensione di Yotobi? 

Io credo proprio di no, i servizi premium non hanno sempre un gran successo l’utente preferisce gratis. No? Dici che non è così? Allora rispondi a questa domanda: Puoi giurare di non aver mai scaricato un mp3 o un film? Sei proprio sicuro? Io non credo, anche in quel caso avevi un servizio a pagamento ma tu hai preferito quello “gratuito”.

L’inizio della fine di Youtube ? Non lo so, però in tanto Facebook sta spingendo molto sui video…così per dire !! Ecco il video di Anna Covone dove spiega tutto.

 

 

CONCLUSIONI

Questa è la mia idea, ora tocca a te lasciare la tua e per farlo hai i commenti. Tu pagheresti un mini-abbonamento per vedere il tuo youtubers preferito? E tu youtubers cosa ne pensi?

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

#VIATube: utilizzare youtube anche offline

viatube

 

VIATube è un player per visualizzare i video su Youtube anche quando non abbiamo a disposizione un connessione di rete. Quante volte è capitato di trovarci in zone dove la connessione internet era pessima o assente completamente.

 

viatube1

 

Questa applicazione elimina questo tipo di problema, infatti avremo l’opportunità di guardare i nostri video anche quando siamo offline. VIATube ha numerose funzioni. Trasferimento, ripetizione e creare playlist sono solo alcune delle funzioni disponibili per questa applicazione.

 

viatube2

 

Quando hai la connessione internet puoi creare la tua playlist che potrai ascoltare anche quando stai correndo in mezzo al bosco e il tuo smartphone non prende. Praticamente questa applicazione trasforma il tuo Iphone in un walkman moderno.

 

CONCLUSIONI

VIATUBE è disponibile sia per iOS  mentre non ho trovato la versione per Android ne un programma simile, se usi un dispositivo Android e conosci un programma simile puoi lasciare il riferimento al programma nei commento sotto questo articolo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Come ottimizzare i video per aumentare il traffico su Youtube

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Youtube è la piattaforma di video-sharing più famosa al mondo, ma sopratutto è il secondo motore di ricerca dopo Google (che ha acquistato Youtube nel 2006).

Youtube motore di ricerca? Si avete letto bene, i contenuti che andate a pubblicare sulla piattaforma vengono indicizzati anche meglio dei contenuti testuali.  Provate a fare una ricerca, ad esempio “Smontare termosifoni in ghisa“.

 

esempio

 

Come potete vedere dalla foto il primo risultato che esce è un video su Youtube dove viene spiegato come smontare un termosifone in ghisa, mentre il secondo risultato è un articolo. Allora visto l’importanza che ricopre Youtube andiamo a vedere come ottimizzare i video.

 

OTTIMIZZARE IL VIDEO

Vediamo come ottimizzare i nostri video per ottenere il massimo da Youtube.

 

TITOLO

Come per una pagina web o un articolo anche per i video il titolo è importante, dovrà essere accattivante e dovrà incuriosire la persona che lo legge ma sopratutto dovrà “attirare” Google.

Un titolo perfetto è quello che riesce a bilanciare le keywords SEO-friendly e contenuti che attirano l’attenzione.

 

DESCRIZIONE

La descrizione di un video è molto importante e dovrà avere una doppia ottimizzazione, lato SEO e lato Utenti. La parte più importante di una descrizione sono le prime due righe, perché sono quelle che vengono mostrate nei risultati delle ricerche.

Quindi nelle prime due righe dobbiamo inserire le keywords e il contenuto che può attirare l’attenzione dell’utente. Inoltre alla fine della descrizione è buona norma inserire il link del proprio sito e/o blog.

 

TAGS

I tags sono importanti per i nostri video, naturalmente se sono scelti bene. La regola è pochi ma buoni.

 

CATTURA L’ATTENZIONE

Un video ha successo se riesce a catturare l’attenzione e tu hai solamente 15 secondi per riuscire in questa impresa. Quindi le carte buone te le devi giocare subito, inserisci subito la parte più interessante (specialmente se il video non è lungo), se invece devi pubblicare un video lungo (maggiore di 15 minuti) allora devi giocare tutto su l’anteprima.

Dovrà essere veloce e incisiva, insomma dovrai fare vedere qualche cosa che attira l’attenzione dell’utente e che lo convinca a guardare il tuo video lungo 30 minuti.

 

ANNOTAZIONI

Le annotazioni sono molto utili (se usate con criterio) per dare valore aggiunto al nostro video. E’ possibile inserire link ad altri video, al nostro sito o magari a qualche promozione.


 

CALL TO ACTION

Bisogna rendere i nostri ascoltatori attivi, invitarli a mettere un “mi piace” al video o magari ad iscriversi al nostro canale o semplicemente vedere un vecchio video. In questa maniera si ottengono dei risultati incredibili. Ma come si può fare ? Molti si limitano a dirlo semplicemente a voce (ad inizio o fine video), altri invece utilizzano dei box.

 

calltoaction

 

Di solito questi box vengono inseriti a fine video in maniera che l’utente può decidere (se iscriversi o vedere un nuovo video) dopo aver visto tutto il video.

 

CONCLUSIONI

Adesso aspetto il vostro parere, avete un canale youtube? Come vanno i vostri video? Lasciate la vostra esperienza nei commenti, potrà essere utile anche ad altri.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).