MondoApp: Autolettura Enel

Visto la grande diffusione di App, per iOS e Android, che c’è stata in questi ultimi inizia oggi la rubrica “MondoApp” dove verranno recensite le migliori App del momento.

Nome App: Autolettura Enel
Piattaforma: iOS, Android
Costo: Gratis

Questa è una applicazione ufficiale Enel che serve ad effettuare l’autolettura del contatore, basta inserire i dati delle bollette e il gioco è fatto. Se volete approfondire e/o scaricare l’App potete andare direttamente sulla pagina ufficiale Enel che si trova qui.

Ad maiora

Greenpeace vuole fare luce su Enel – 4° episodio

Ecco il 4° episodio su “Greenpeace vuole fare luce su Enel”. Ecco il nuovo episodio:

La bolletta Enel arriva puntuale a casa tua ogni due mesi. Ti dice quanto spendi per l’elettricità che consumi. Ma non ti dice tutta la verità. Nella tua bolletta non leggerai mai i costi causati da Enel alla salute, all’ambiente e all’economia nazionale.

Se volete continuare a leggere l’articolo andate qui

ToxNetLab’s Blog riporta questa iniziativa a titolo informativo, il lettore deciderà se questa causa è giusta o no, comunque vale la pena fare un giro sul sito per farsi una idea.

Ad maiora

Greenpeace vuole fare luce su Enel – Nuovo indizio

Continua la rubrica dedicata alla nuova iniziativa di Greenpeace. Il 16 maggio i ragazzi di Greenpeace hanno rilasciato un nuovo indizio che potete trovare al seguente indirizzo: http://www.facciamolucesuenel.org/enel-quanto-costa-la-verita/

Riportiamo qui una parte del post pubblicato:

….Dopo la pubblicazione del nostro rapporto “Enel – Il carbone costa un morto al giorno”, l’azienda ha annunciato di querelarci. Attendiamo con ansia una lettera dai suoi avvocati: chissà quanto ci chiederà per aver rivelato agli italiani quale sia il vero impatto del suo carbone sulla salute e sull’economia.
Non vediamo l’ora di poter spiegare a un giudice cosa abbiamo fatto: prendere una metodologia di misurazione degli impatti, adottata anche dall’Agenzia Ambientale dell’Unione Europea (EEA), e applicarla ai dati sulle emissioni delle centrali termoelettriche che Enel stessa ha comunicato. Ci condanneranno per questo?
I contenuti del nostro rapporto li abbiamo inviati anche a tutti gli azionisti Enel, in occasione dell’assemblea annuale tenutasi lo scorso 30 aprile; e li abbiamo depositati agli atti. Pochi giorni fa abbiamo ricevuto le risposte ufficiali di Enel ai nostri quesiti.

L’azienda dice, in sostanza, che il nostro studio – come quello dell’EEA – guarda solo all’inquinamento che viene dai grandi impianti industriali, mentre risulterebbero molto più inquinanti altre fonti, come il traffico su strada. Ecco quanto scrive Enel:

“Lo stesso rapporto EEA manca di tenere in considerazione le fonti di inquinamento cd. “distribuite”, come il traffico, il riscaldamento domestico e l’agricoltura, che hanno alte emissioni specifiche e un impatto preponderante rispetto agli impianti industriali………”.

Per continuare a leggere il post andate su http://www.facciamolucesuenel.org/enel-quanto-costa-la-verita/

ToxNetLab’s Blog riporta questa iniziativa a titolo informativo, il lettore deciderà se questa causa è giusta o no, comunque vale la pena fare un giro sul sito per farsi una idea.

Ad maiora