Microsoft prova la stessa tecnica di Samsung: “iCloud potrebbe non essere abbastanza. Prova SkyDrive”

Anche Microsoft, come la Samsung, prova con il “Marketing aggressivo” per rosicchiare qualche utente ad Apple.

iCloud potrebbe non essere abbastanza. Prova SkyDrive“, questo recita lo spot per pubblicizzare SkyDrive e il bello che il video promozionale è per SkyDrive per Mac. Il Cloud targato Microsoft offre, gratis, 7Gb di spazio online che è molto di più di quello che offrono i suoi concorrenti. Inoltre è prevista una app gratuita per Iphone.

Anche la soluzione a pagamento è molto interessante, infatti con 10$/anno potete avere fino a 27 GB di spazio online. La Microsoft tenta in tutte le maniere per portare utenti Apple su SkyDrive, tanto che ha messo online anche una pagina web dove spiega come effettuare il passaggio da iDisk a SyDrive. La pagina la trovate qui .

Ad maiora

Google Drive, anche BigG va sulla nuvola

L’incubazione è stata lunga, ma finalmente anche Google si lancia nel business del Cloud e lo fa con Google Drive.

Google Drive è un Cloud storage che offre ai propri utenti 5 GB di spazio dove è possibile archiviare qualsiasi tipo di documento. Inoltre è possibile vedere questi documenti via web anche da dispositivi che non hanno l’apposita applicazione.

Google, che in teoria dovrebbe essere il capostipite del Cloud, arriva per ultimo sul mercato rispetto ai suoi concorrenti: Amazon con Cloud Drive, Apple con iCloud e Microsoft con SkyDrive.

Naturalmente Google Drive si integra perfettamente con “l’ecosistema” di Google, infatti se vogliamo mandare un file con Gmail non dovremmo più allegare il file ma basterà copia l’url direttamente.

L’app di Google Drive è stata rilasciata anche per Apple, anche se sarà dura che un Apple user lasci iCloud per approdare “in terra straniera”.

Ad maiora