Inviare file grandi senza problemi

Fonte Foto
Fonte Foto

Questa mattina mi è arrivato il seguente messaggio: “Ciao Andrea ho un problema, ho un file PDF da 25 MB che devo inviare via e-mail. Conosci qualche programma per comprimere il file ?

Programmi per comprimere file ne esistono tanti, ma 25 MB sono tanti considerando che il limite per l’e-mail è 5 MB. Ok esistono le GIGAMail ma la dovrebbe avere anche (soprattutto) chi la riceve. Ok puoi andare nelle opzioni del programma e mettere “comprimi al massimo” e alla brutte potresti dividere il file.

Troppo sbattimento preferisco le soluzioni rapide  e performanti, quindi ho suggerito alcuni servizi per l’invio di grandi file.

DROPBOX

Questo forse è il servizio più conosciuto, è un sistema di cloud storage con un sistema di sicurezza SSL.  I file che vengono archiviati vengono cifrati con AES a 256 bit. Il sito è il seguente: www.dropbox.com .

Il programma è multipiattaforma: Windows, MacOSx e Linux.

WETRANSFER

Servizio online per inviare file di grosse dimensioni, l’utilizzo è semplice basta collegarsi al sito https://www.wetransfer.com/ e poi cliccare sul tasto “Aggiungi File“. Selezioniamo il file interessato e poi compiliamo alcuni campi: E-mail mittente, E-mail destinatario e Messaggio.

Potete inviare ogni tipo di file e per file  il limite è di 2 GB, il servizio è free.

GOOGLE DRIVE

Google, tra le tante cose, ha anche un servizio di cloud storage e il suo nome è Google Drive. Possiamo inviare grossi file in due  modi:

  • Installare un Client Desktop andando a selezionare il file che si vuole condividere
  • Direttamente tramite Gmail, il quale ha un pulsante che permette di aggiungere file tramite Google Drive

Il servizio è gratuito e abbiamo a disposizione fino a 15 GB di storage, l’applicazione è compatibile con Windows, MacOsx e dispositivi mobili.

 

 

CONCLUSIONI

Sono tutti e tre ottimi servizi (testati personalmente) grazie ai quali possiamo risolvere il problema (in maniera rapida) di inviare grossi file. Certo questi hanno tutti un requisito fondamentale , una connessione ADSL decente.

Voi conoscete altri servizi simili? Se si allora scriveteli nei commenti sotto questo articolo, potranno essere utilli anche ad altri lettori.

Hai un servizio nuovo che vuoi che testi e/o recensisca per aumentare la sua visibilità? Parliamone !! Lascia un commento sotto questo articolo o mandami una e-mail (la trovi nella sezione About).

Ad Maiora

Mr Tozzo

Google Fiber, BigG porta la banda larga

E’ ufficiale, il progetto Google Fiber è partito e le prime due città che verranno cablate saranno le due Kansas Cities (una in Kansas e l’altra in Missouri).

Google promette chilometri di fibra che permetteranno di viaggiare a un giga al secondo, l’annuncio è stato fatto ieri da Google che ha annunciato una vera e propra rivoluzione di internet la quale aumenterà la sua connessione di 10 volte. Il progetto dovrebbe partire a settembre e terminare a fine 2013.

I costi, almeno per il mercato americano, sono molto competitivi. Infatti si parla di 300$ per l’installazione, 70$ al mese per la rete o 120$ al mese se si vogliono anche i servizi TV. Entrambe le soluzioni comprendono un terabyte di spazio per Google Drive.

E’ possibile registrarsi al servizio entro il 9 settembre a questo link e versare 10$, Google ha bisogno di un numero minimo (40 – 80) per poter far partire il progetto.

Ad maiora

Google Drive, anche BigG va sulla nuvola

L’incubazione è stata lunga, ma finalmente anche Google si lancia nel business del Cloud e lo fa con Google Drive.

Google Drive è un Cloud storage che offre ai propri utenti 5 GB di spazio dove è possibile archiviare qualsiasi tipo di documento. Inoltre è possibile vedere questi documenti via web anche da dispositivi che non hanno l’apposita applicazione.

Google, che in teoria dovrebbe essere il capostipite del Cloud, arriva per ultimo sul mercato rispetto ai suoi concorrenti: Amazon con Cloud Drive, Apple con iCloud e Microsoft con SkyDrive.

Naturalmente Google Drive si integra perfettamente con “l’ecosistema” di Google, infatti se vogliamo mandare un file con Gmail non dovremmo più allegare il file ma basterà copia l’url direttamente.

L’app di Google Drive è stata rilasciata anche per Apple, anche se sarà dura che un Apple user lasci iCloud per approdare “in terra straniera”.

Ad maiora