20 novembre 1985 – 20 novembre 2013: Windows 1.0

Era il 20 novembre 1985 e usciva Windows 1.0

Fonte Foto
Fonte Foto

Era il 20 novembre 1985 quando la Microsoft, una piccola azienda sconosciuta, metteva in commercio Windows 1.0 e da quel momento il mondo informatico cambiò per sempre.

Windows 1.0 è stato il primo Sistema Operativo multitasking con interfaccia grafica per PC in casa Microsoft (il primo in assoluto fu Lisa, 24 gennaio 1984, di casa Apple), questo fu il primo passo per portare l’informatica dentro le case delle persone comuni.

In questi anni Windows è stato amato e odiato da molte persone, ma comunque bisogna dare il merito a Microsoft di aver portato l’informatica nella case delle persone comuni. Ora i fan di Linux e Apple avranno sicuramente da ridire, specialmente su come andarono le cose (furti di idee etc..), ma la storia è quella che conta (e lo dice un fan di Apple).

Se volete vedere la storia di Windows in 23 immagini allora cliccate qui.

CONCLUSIONI

Odiato o Amato Windows 1.0 ha fatto la storia dell’informatica anche se in questi ultimi anni Windows ha avuto un calo anche grazie a Steve Jobs ed Apple.

Ad maiora

Si apre una nuova tangentopoli: Microsoft sotto accusa

Tempi duri per Microsoft che rischia di finire in mezzo allo scandalo per tangenti, ad accusarla è un ex-dipendente che dichiara che a casa Redmond è abitudine pagare tangenti per ottenere contratti.

Fonte Foto: http://www.pubblicitaitalia.it
Fonte Foto: http://www.pubblicitaitalia.it

Microsoft è accusata di tangenti in cambio di favori sui contratti, ad accusarla è un ex-dipendente della sede cinese di BigM. I Federali stanno verificando le accuse, che se fondate potrebbero creare dei  problemi in casa Redmond.

Le accuse sono chiare e pesanti: “Microsoft avrebbe corrotto diversi esponenti di governi esteri per ottenere contratti di licenza software attraverso i suoi numerosi partner commerciali.”  Le accuse, mosse da un ex-dipendente cinese, sono le seguenti: “Un dirigente, di prestigio, della divisione asiatica di Microsoft  avrebbe ordinato all’accusatore di consegnare tangenti ad alcuni ufficiali di governo locale, per ottenere in cambio contratti di licenza per la distribuzione dei prodotti Windows in Cina”.

Accuse pesanti che se fondate potrebbero danneggiare in maniera irreversibile l’immagine di Microsoft. Il vice-presidente di Microsoft ha dichiarato: “Terremo queste accuse in seria considerazione  e collaboreremo pienamente nelle indagini di qualsiasi governo“.

Microsoft dichiara la sua innocenza e ritiene impossibile, viste le dimensioni, riuscire a controllare “l’onesta” dei propri dipendenti anche nelle sedi remote.

Ad maiora

 

ToxNetLab’s Blog Reloaded: Microsoft vuole censurare Google Maps in Germania

See on Scoop.itToxNetLab’s Blog

Microsoft vuole censurare Google Maps in Germania
See on toxnetlabreloaded.blogspot.com