Hacker entra nei database di 79 banche

Un hacker, conosciuto come Reckz0r, ha annunciato al mondo intero di essere entrato nei database di 79 banche sparse per il globo (Italia compresa). Reckz0r ha rubato 50 Giga di dati riguardanti carte di credito (Visa e Mastercard) e poi ha pubblicizzato la sua impresa sui maggiori social network.

L’hacker sostiene di far parte di un gruppo che si chiama SpexSecurity, Reckz0r non è un novizio visto che in passato ha rivendicato già altri attacchi in particolare la diffusione online di passaporti e visti. SpexSecurity è un nuovo gruppo, uno dei tanti che sono nati dopo lo sfaldamento del gruppo storico LulzSec.

Dopo l’arresto dei vertici di LulzSec piccole squadre di hacker si stanno dando battaglia a colpi di bit e byte per ottenere visibilità.

Ad maiora

LulzSec violano Twitter

LulzSec, gruppo hacker, sparito da 1 anno (ultima apparizione risale a giugno scorso) torna a far parlare di se colpendo Twitter. Infatti LulzSec rivendica un attacco portato contro gli utenti di Twitter il quale è stato eseguito tramite un App per la condivisione di file GIF.

La crew di hacker è senza leadership e senza regole e questo la rende ancora più imprevedibile. A marzo girava un video su youtube dove annunciavano il loro ritorno. Nel mese passato si sono fatti notare grazie alla divulgazione delle informazioni di 171mila membri dell’esercito via millitarysingles.com.

L’ultimo attacco è stato contro Twitter, gli hacker hanno diffuso i dati di 10mila utenti, una vera azione di phishing.

Ad maiora