Apple, RIM e Samsung in tribunale

Una azienda texana, la Touchscreen Gestures, ha denunciato i tre colossi di smartphone Apple, RIM e Samsung.
Il motivo, aver violato alcuni brevetti che riguardano il touchscreen.

I brevetti in questione sono 7.190.356, 7.180.506, 7.184.031 e 7.319.457 , i quali sono stati riconosciuti dall’Ufficio Marchi e brevetti statunitense tra il 2007 e il 2008 ad un’azienda taiwanese produttrice di tecnologia Touchpad.

I brevetti riguardano il tap (picchiettare) e il doppio tap (trascinare e scorrere).

Ad maiora

RIM…..cambio al vertice !!!!

La RIM, produttrice del BlackBerry, effettuata un cambio del vertice per stare al passo di Apple e Samsung. La RIM (Research in motion) è una azienda canadese produttrice di dispositivi wireless, ma tutti la conoscono per essere la produttrice dello smartphone più utilizzato (almeno fino a qualche anno fa) nel mondo business, il BlackBerry. Questo smartphone è stato per anni il dominatore incontrastato del mondo business e degli smartphone in generale. Questo successo ha portato la società ad essere quotata in borsa, inizialmente i titoli valevano 26,54 dollari (2006) fino ad arrivare al suo picco massimo di 113 dollari sulla fine del 2007. Il 2008 è stato l’inizio della fine, infatti come spesso accade a chi domina un settore è iniziato il lento declino a causa di una presunzione da primo della classe. Infatti i due fondatori, Mike Lazaridis e Jim Balsillie, non si sono accorti che il mercato degli smartphone stava cambiando e non hanno fatto niente per ammodernare la piattaforma dei propri Blackberry. Proprio in quel periodo si affacciava nel mondo delle telefonia l’Apple con il suo Iphone dotato di uno Sistema Operativo all’avanguardia (IOS).

Il grafico (preso dal sito http://www.androidblog.it) mostra chiaramente come la RIM sia in grossa difficoltà rispetto ai due competitor maggiori che sono Apple e Samsung.
Il cambio al vertice è stato fatto, ora la RIM deve solo sperare che i due nuovi CEO siano più attenti alle richieste del mercato e che diano veramente una sterzata al business dell’azienda canadese.

Ad maiora

INDIA SPIA I CELLULARI GRAZIE A NOKIA, RIM E APPLE

C’era una volta il gettone per telefonare nelle cabine poco comodo, ma sicuramente più sicuro che utilizzare il cellulare specialmente se quello che si dice non deve essere intercettato.
In India invece sembra che per intercettare le telefonate dei propri cittadini il governo abbia chiesto aiuto direttamente ai produttori di smartphone. Un gruppo di hacker, “The Lords of Dharmaraja”, ha diffuso un memo dove si dice che Nuova Dheli ha stretto un patto con Nokia, RIM e Apple per ottenere delle backdoor (una sorta di porte utilizzate per accedere dentro i sistemi informatici) per facilitare il controllo della rete cellulare.
Naturalmente le aziende chiamate in causa hanno negato tutto, ma sembra che sia stata avviata un’indagine per chiarire quanto accaduto.

Ad maiora