[Social Network e Lavoro]: Utilizziamo Google Plus

Social Network e Lavoro: Vediamo come utilizzare Google Plus

social-network

 

Oggi andiamo a parlare del Social Network più discusso dai “professionisti” del settore, io non ho mai nascosto la mia antipatia per questo Social attirandomi le antipatie dei Guru. Si, stiamo parlando di Google Plus.

 

“Google Plus è come un raccomandato senza talento !!”

 

Quindi, lasciando perdere i motivi del mio “astio” verso questo Social, andiamo a vedere come poterlo utilizzare per il nostro lavoro. Io riporterò il mio di utilizzo che risulta quello migliore per spingere il mio blog.

 

GRUPPI

Dato per assodato che avete creato il vostro account e che l’avete compilato tutto per bene con le vostre informazioni andiamo a vedere come sfruttarlo al massimo. Google Plus (da questo momento G+), io, lo uso principalmente come “rilancio” per i miei post e questo mi permette di salire anche più velocemente nelle ricerche. Infatti molte volte quando facciamo un determinata ricerca salgono prima i post lasciati su G+ che il post stesso.

Un buon modo per rilanciare i nostri post (oltre pubblicarli sul nostro profilo G+) è quello di sfruttare i Gruppi, ma attenzione a non trasformare la vostra azione di rilancio in SPAM. Una volta individuati i gruppi di vostro interesse dovete iniziare a interagire con loro evitando, come già detto prima, di fare del fastidioso spam.

Quindi la prima mossa, che è dettata anche dalla buona educazione, quando si entra in un nuovo gruppo è quello di presentarsi. Ok ora che vi siete presentati non iniziate subito a condividere i vostri post, ma prendetevi qualche giorno di tempo per “studiare” il gruppo e in particolare leggete la NETIQUETTE del gruppo (in questa maniera eviterete di essere bannati).

Partecipate alla vita del gruppo (leggete, commentate, mettete +1 e condividete i post che vi piacciono) e poi iniziate a condividere le vostre cose, ma fatelo bene. Quando pubblicate un post non limitatevi a mettere brutalmente il link del vostro blog, ma inserite un testo che spieghi bene, gli hashtag giusti e una bella foto.

 

PROFILO PERSONALE

Come su Facebook e Twitter anche su G+ avete la vostra pagina personale o bacheca (chiamatela come volete) dove potete pubblicare le vostre cose che saranno condivise con i vostri contatti. Anche qui vale lo stesso concetto dei gruppi: “Quando pubblicate un post non limitatevi a mettere brutalmente il link del vostro blog, ma inserite un testo che spieghi bene, gli hashtag giusti e una bella foto“.

Inoltre può capitare, anzi DEVE capitare, di pubblicare post non nostri, ecco in questo caso è buona cosa citare sempre la fonte. Ad esempio quando mi capita a me io scrivo VIA: +nomeautore . Il simbolo + messo davanti al nomeautore non è a caso, infatti su Google Plus per citare una persona bisogna mettere prima il simbolo + seguito dal nome.

 

SONDAGGI

I sondaggi su G+ sono la funzione che preferisco e li uso frequentemente (se volete partecipare all’ultimo sondaggio cliccate qui) e come ho scritto qui  sono molto più FIKI di quelli di Twitter. Ma perché usare i sondaggi?

 

  • Perché sono un buon modo per aumentare l’interazione con i propri followers
  • Perché possono essere uno spunto per nuovi post

 

Naturalmente non dovete tormentare i vostri followers con i sondaggi, uno a settimana è più che sufficiente.

 

CONCLUSIONI

Google Plus, come si è capito, non mi è molto simpatico però credo che come strumento di rilancio sia molto buono. Se hai domande o vuoi approfondimenti puoi sfruttare i commenti. Il prossimo post su Instagram uscirà il 05 febbraio 2016. 

Inoltre se vuoi approfondire ti consiglio di leggere questi post:

 

http://www.4writing.it/social-media/nessuno-ti-caga-google-plus

http://www.dariovignali.net/google-plus-autorita-contenuto-marketing/

http://www.mysocialweb.it/2014/06/09/trasformare-google-plus/

http://www.skande.com/google-plus-201405.html

http://www.rudybandiera.com/accerchiare-googleplus-0721.html

 

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

Social Network e Lavoro, quali usare?

Social Network e Lavoro: sono due mondi separati ?

Fonte Foto: http://www.rudybandiera.com

 

Social Network e Lavoro sono due mondi separati? Non è più così e se esiste ancora qualche azienda o professionista che la pensa ancora così questi, aziende e professionisti, sono destinati a scomparire dal mondo del lavoro.

Ignorare i Social Network nel 2015 (quasi 2016) è da folli come chi ignora l’utilizzo del blog aziendale, i Social Network esistono e devono essere utilizzati e utilizzati al meglio. Appurato questo andiamo a vedere quali sono i Social Network che solitamente vengono utilizzati (anche) per lavoro.

 

SOCIAL NETWORK E LAVORO

I Social Network principali utilizzati nel mondo del lavoro sono i seguenti:

 

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google+
  • Instagram (new entry)
  • Youtube  (new entry)

 

I primi quattro ormai sono consolidati nel mondo del lavoro, mentre Instagram e Youtube sono delle new entry nel mondo del lavoro ottenendo dei risultati molto buoni. 

 

FACEBOOK

Facebook è IL SOCIAL NETWORK non esserci è da folli equivale, a livello lavorativo, al non esistere. Non ci credi? Allora guarda i numeri che genera il Social di Mr Zuckerberg, se invece vuoi approfondire l’utilizzo allora non perderti il prossimo post (che uscirà il 28 dicembre 2015).

 

TWITTER

Twitter è sempre stato il Social più utilizzato da chi lavora sul web e anche se adesso sta vivendo una “piccola crisi”, a causa della salita di Facebook e da alcune scelte “azzardate” del suo CEO, è ancora il Social preferito dai professionisti. Se vuoi approfondire l’utilizzo allora non perderti il post che uscirà il 30 dicembre 2015.

 

LINKEDIN

LinkedIn è il Social Network dei professionisti, nato come CV dinamico negli anni si è evoluto ed è diventato un vero e proprio Social Network che offre  ottime potenzialità per i professionisti. Se vuoi approfondire l’utilizzo allora non perderti il post che uscirà il 11 gennaio 2016.

 

GOOGLE PLUS

Odiato o Amato, non esistono mezze misure per questo Social Network. I guru lo venerano mentre gli utenti normali lo ignorano e tu da che parti stai?  Se vuoi approfondire l’utilizzo allora non perderti il post che uscirà il 18 gennaio 2016.

 

INSTAGRAM

Instagram e lavoro? Ma questo Social non era utilizzato solo per caricare le foto? Se la pensi così allora (forse) è meglio che leggi il post per approfondire che uscirà il 25 gennaio 2016.

 

YOUTUBE

Il video è il futuro della comunicazione, molti blogger l’hanno già capito e hanno affiancato questo strumento al proprio blog, ed ignorarlo non è possibile. Se vuoi approfondire l’utilizzo allora non perderti il post che uscirà il 1 febbraio 2016.

 

CONCLUSIONI

Se sei interessato a capire come utilizzare i Social Network per il tuo lavoro allora ti consiglio di salvare le date e di lasciare le vostre domande nei commenti sotto i post. Quindi se ti interessa Facebook segnati il 28 dicembre 2015 come post da non perdere.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando:Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi).

Ecco perché i sondaggi su Google Plus sono più fiki di quelli su Twitter

Twitter Polls ? Io preferisco i sondaggi su Google Plus !!

risultati-sondaggio-2

 

Se usi Twitter  avrai sicuramente notato che dal 21 ottobre è apparsa una nuova funzione, i Twitter Polls volgarmente detti Sondaggi. Esatto adesso è possibile coinvolgere i nostri followers con dei sondaggi.

Naturalmente quella di Twitter non è una grande novità perché erano già presenti su Facebook e lo sono ancora su Google Plus. Proprio su Google Plus mi voglio soffermare perché, anche se in passato sono stato molto critico verso il Social di BigG, sono molto meglio dei sondaggi di Twitter anzi, per citare Rudy Bandiera, sono fikissimi!!

 

SONDAGGI: TWITTER VS GOOGLE PLUS

Sicuramente sono meno utilizzati ma, almeno secondo me, i sondaggi su Google Plus sono nettamente superiori dei sondaggi su Twitter. Vediamo perché !!

 

PREPARAZIONE DOMANDA

Il primo limite che trovo nei sondaggi di Twitter è il limite dei caratteri (i famosi 140) che tra la domanda e gli hashtag da utilizzare si fa presto a finirli. Questa cosa invece non è presente su Google Plus, dove possiamo formulare tranquillamente la nostra domanda con relativi hashtag.

 

FOTO

Questo è il primo grosso limite per i sondaggi su Twitter, infatti non è possibile allegare al sondaggio una foto cosa che invece si può fare con i sondaggi su Google Plus. Secondo me l’utilizzo di una foto è utile anche per i sondaggi perché, se scelta bene, può invogliare ad interagire con il sondaggio stesso. Del resto come si dice: “Un’immagine vale più di mille parole“.

 

OPZIONI

Ecco questo è il secondo grosso limite dei sondaggi su Twitter, le opzioni di risposta che sono solamente due. Invece su Google Plus puoi averne fino a 5 e la differenza si sente e anche molto, infatti ieri ho lanciato il seguente sondaggio su Google Plus.

https://plus.google.com/114047289500810417031/posts/28SbjGCjL3M

Come potete notare il sondaggio ha tre opzioni di risposta e proprio la terza diventa fondamentale per non perdere voti. Attualmente ha ricevuto 5 voti (anzi se volete partecipare lasciate il vostro voto) e un voto è andato alla terza opzione: Lo devo ancora provare.

Se avessi fatto questo sondaggio su Twitter mi sarei perso questo voto o chi ha votato avrebbe dovuto lasciare un commento sotto il Tweet del sondaggio (cosa poco probabile).

 

CONCLUSIONI

Insomma l’utilizzo dei sondaggi può essere molto utile anche per chi lavora con i Social, infatti si possono scoprire molte cose sui nostri followers. Attualmente, per me, sono strutturati e più efficaci quelli su Google Plus a differenza di quelli di Twitter che sono molto limitati. Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo parere nei commenti.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).