[HELP WORDPRESS]: Configurare il Pannello di Controllo SEO su WordPress.com

Vediamo configurare il Pannello di Controllo SEO su Wordpress.com

wordpress-581849_1920

 

Una delle grosse comodità di usare la piattaforma WordPress.com è quella di non dover pensare a quella gran rottura che prende il nome di SEOSearch Engine Optimization è quella favolosa “formula magica” che ti permette di far apparire (se fatta bene) il tuo sito in prima pagina durante le ricerche.

La piattaforma rende la SEO trasparente ai suoi utenti, facendo il lavoro sporco per loro, ma visto che molti hanno il desiderio di “sporcarsi le mani” i ragazzi di WordPress.com hanno messo a disposizione un Pannello di Controllo SEO che potete raggiungere qui: Pannello SEO.

 

PANNELLO DI CONTROLLO SEO

Il pannello di controllo SEO è composto da tre parti: Front Page Meta DescriptionSite Verification ServicesXML Sitemap.

 

FRONT PAGE META DESCRIPTION

Il primo parametro che possiamo andare a modificare è la Meta Description del nostro blog, ovvero la prima cosa che i motori di ricerca andranno a leggere. Fino ad oggi veniva utilizzato la sezione Motto, ora invece abbiamo a disposizione 160 caratteri per descrivere il nostro blog.

 

SEO1

 

SITE VERIFICATION SERVICES

Il secondo parametro che possiamo andare a modificare è quello del Site Verification Services che vi permetteranno di avere statistiche sul traffico ancora più approfondite.

 

“Ad esempio, di Google Search Console (ex Webmaster Tools) vi darà alcuni dati statistici supplementari circa il traffico, come ad esempio quante persone stanno arrivando al tuo sito attraverso le query di Google, quale parte del mondo il traffico è da, e il numero di visitatori atterrato su ogni post o una pagina specifica. Inoltre vi mostrerà il numero totale di singoli URL del tuo sito che sono stati indicizzati da Google, che ricerca le parole chiave sono più significativi per il vostro sito, e altre informazioni su come Google indicizza il tuo sito.”

 

I servizi che possiamo verificare sono i seguenti: Google, Bing, Pinterest e Yandex.

 

SEO2

 

I servizi possono essere verificati ai seguenti indirizzi:

 

 

SITE MAP XML

L’ultima sezione che possiamo andare a modificare è quella della Site Map del nostro blog. La mappa del nostro blog si genera in automatico ogni volta che andiamo a creare una pagina o un post, questa mappa poi viene inviata ai motori di ricerca in maniera che le informazioni del nostro blog vengano trovate velocemente.

Una volta che nel passo precedente avete verificato il vostro blog presso Google, Pinterest, Bing e Yandex la Site Map viene inviata in automatico a questi servizi.

 

CONCLUSIONI

Finalmente WordPress.com sta diventando sempre più personalizzabile e sta lasciando più libertà ai suoi utenti. Ora la SEO è tante cose e questo Pannello di Controllo non vi farà diventare un super esperto di SEO, però vi permetterà di migliorare le prestazioni del vostro blog. Se avete domande potete sfruttare i commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

Ubersuggest lo strumento che non può mancare nel kit del “blogger professionale”

Ogni blogger ha la sua cassetta degli attrezzi e sicuramente Ubersuggest non può mancare !!

keyboard-498396_1280

 

Molte volte i miei post nascono grazie ad uno scambio di battute con altri blogger o con qualche lettore, questa volta è grazie ad uno scambio di commenti con Riccardo Esposito sotto il suo post “Cosa fare prima di scrivere un articolo“.

Riccardo, rispondendo ad un mio commento, ha citato uno strumento che non conoscevo ma che ha destato subito il mio interesse. Lo strumento in questione si chiama “Ubersuggest “. Ma a cosa serve esattamente questo tool? Seguimi che te lo spiego !!

 

UBERSUGGEST MAI PIU’ SENZA KEYWORDS

Quando ti appresti a scrivere un nuovo post dovresti (almeno in teoria…ma spero vivamente che tu lo faccia anche in pratica) dovresti dedicare una parte del tuo tempo allo studio e alla ricerca per approfondire l’argomento che andrai a trattare.

Quando fai le tue ricerche su Google lo sai benissimo che per ottimizzarle devi usare bene le keywords, altrimenti ti ritrovi davanti una sbrodolata di informazioni che nel 90% dei casi sono solo fuffa. Naturalmente non è sempre facile individuare le keywords giuste, ma se non vogliamo perdere tempo possiamo utilizzare tool che fanno questo lavoro al posto nostro.

Ecco Ubersuggest fa proprio questo, tu scrivi nel campo ricerca l’argomento che ti interessa e lui tira fuori tutte le keywords correlate.

 

FACCIAMO UNA RICERCA

Troppe chiacchiere, quindi è arrivato il momento di fare un esempio pratico e andare a vedere come si effettua una ricerca.

 

ubersuggest1

 

La ricerca parte da qui, inseriamo l’argomento che interessa e poi abbiamo due menù dove possiamo scegliere le seguenti cose:

 

  • La lingua da scegliere per la ricerca
  • Cosa e dove vogliamo cercare (Web, Immagini, Shopping, Youtube, News)

 

Ad esempio noi proviamo a cercare “Instagram engagement” e questo sarà il risultato.

 

ubersuggest2

 

Come potete vedere il tool  fornisce una serie di combinazioni di keywords che possono tornare utili, se poi andiamo a cliccare su una di queste si aprirà un menù con le seguenti voci:

 

  • Search in Google (cliccando ti restituisce i risultati della ricerca di Google in merito a questa keyword)
  • Google Trends (ti fornisce informazioni se questa keywords è in tendenza oppure no)
  • Expand this Keywords (espande la keyword fornendo altri risultati più approfonditi)

 

Una funzione molto interessante di questo tool la trovate cliccando il tasto “View as text“, cliccando potrete vedere tutte le keywords come testo e avrete anche la possibilità di fare un copia e incolla da portare su un testo word. Como se vogliamo fare un report o fare delle analisi approfondite senza essere online.

 

CONCLUSIONI

Ogni blogger ha la sua cassetta degli attrezzi e sicuramente Ubersuggest ne farà parte, tu lo conoscevi questo strumento? Ne usi altri? Sfrutta i commenti sotto questo post per lasciare la tua esperienza.

Se vuoi approfondire ulteriormente ti consiglio di leggere anche questo post: https://www.searchenginejournal.com/2-new-cool-keyword-research-tools-which-are-based-on-google/23034/

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

 

SEO e BLOG come possiamo fare per essere vincenti?

SEO e BLOG insieme possono essere un binomio vincente con il quale si può fare la differenza

seo2

La SEO (Search Engine Optimization) è un argomento caldo da trattare e molto spinoso, perché dietro l’angolo c’è sempre il SEO Specialist di turno che è pronto a partire alla carica. Attenzione non è una critica, anche perché io non sono un SEO ne tanto meno specialist, anzi ammiro molto il lavoro del SEO che come ogni persona che ha una passione mette sempre molto fervore quando parla di qualcosa che gli interessa.

Come dicevo non sono un SEO ma come ogni bravo blogger non posso limitarmi a scrivere e basta, ma devo sporcarmi le mani anche io la SEO. Naturalmente se scrivo qualche castroneria siete liberi di massacrarmi nei commenti, ma non colpite sotto la cintura ;D .

Se utilizzi la piattaforma wordpress(DOT)com  non ti devi preoccupare troppo della SEO ma devi pensare solamente a scrivere, sembra facile vero? Scrivere è facile, scrivere bene e SEO oriented è meno facile.

INDICIZZARE IL CONTENUTO

Vediamo come possiamo rendere il nostro contenuto il più possibile “piacente” ai motori di ricerca:

 

TAGLINE

La tagline è quella frase che appare sotto il titolo del vostro blog, alcuni temi utilizzati non la fanno visionare (o anche se modifichi la grafica del titolo, come ho fatto io, ) ma questo non vuole dire che non deve essere presente. Usatela ancora perché comunque i motori di ricerca la utilizzano per capire che tipo di blog avete. Se volete impostare la vostra tagline andate sul vostro pannello di amministrazione, poi su Impostazioni ==> Generali.

A questo punto andate nella sezione Motto e qui inserite una frase che descriva il vostro blog.

 

KEYWORDS

La prima cosa da tenere in mente è il seguente concetto: “Poche ma buone“. Quindi non abusate delle parole chiave inserite nei vostri post, un utilizzo ponderato delle keywords può fare la differenza quando scrivete un post. Se state scrivendo un post su come coltivare le rose gialle prima di inserire le keywords dovete pensare: “Se dovessi cercare come coltivare rose gialle cosa scriverei sul motore di ricerca?”

Ripeto non esagerate perché potreste penalizzare il posizionamento del vostro sito.

 

URL PERSONALIZZATI

Quando scriviamo un post la piattaforma wordpress crea in automatico l’url di solito riprendendo il titolo che hai dato al post. Possiamo, anzi dobbiamo, personalizzare il nostro url per due motivi:

 

  1. E’ più bello da vedere, come si dice: anche l’occhio vuole la sua parte
  2. Google preferisce l’url personalizzato

 


Naturalmente l’url deve essere ad hoc per essere nelle grazie di Google, un url composto da due o tre al massimo parole che descrivono al meglio l’argomento trattato nel post.

 

CREA IL TUO TRAFFICO

La SEO e il traffico vanno insieme sottobraccio, più il blog riceve visite e più aumentano le possibilità di uscire in alto nelle ricerche, ma naturalmente per avere sempre più traffico bisogna avere una buona SEO. Esistono altri modi intelligenti per aumentare il nostro traffico, ma soprattutto creare un traffico costante di lettori assidui.

Se usi wordpress(DOT)com hai a disposizione una community dove poter far crescere il nostro blog, inoltre ci sono i tanto amati (ma anche un po odiati) Social Network. Utilizzati con astuzia potete ricevere molto traffico, e anche fidelizzare i lettori, da parte dei Social Network.

 

SCRIVI SCRIVI SCRIVI

Adesso parliamo del punto più importante: SCRIVERE !! Tutto quello detto prima non ha senso se il blog non viene alimentato con i post: frequenza nella scrittura, stabilità e qualità sono i punti cardine per il tuo blog. Quando si parla di stabilità intendo che dovete decidere quando e quanto scrivere, i lettori hanno bisogno di sicurezze. Devono sapere che ogni lunedì e martedì il tuo blog pubblica qualche cosa, specialmente i lettori più assidui.

 

CONCLUSIONE

SEO KO

Ok sono pronto per essere colpito dagli addetti ai lavori,  lasciate i vostri commenti sotto questo post e mi raccomando non colpite sotto la cintura.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).