Download illegali, ecco i 10 film più scaricati del 2012

La caduta di Megavideo non sembra aver fermato i download illegali di film e come ogni anno Torrent Freak (portale di notizie legate al mondo dei torrent) stila la sua classifica dei film più scaricati. La classifica per il 2012 è la seguente:

1) Project X – 8,720,000 downloads

2) Mission: Impossible – Ghost Protocol – 8,500,000 downloads

3) The Dark Knight Rises – 8,230,000 downloads

4) The Avengers – 8,110,000 downloads

5) Sherlock Holmes: A Game of Shadows – 7,850,000 downloads

6) 21 Jump Street – 7,590,000 downloads

7) The Girl With the Dragon Tattoo – 7,420,000 downloads

8) The Dictator – 7,330,000 downloads

9) Ice Age: Continental Drift -6,960,000 downloads

10) The Twilight Saga Breaking Dawn Part 1 – 6,740,000 downloads

Ad maiora

Il ritorno di Megaupload

Esatto, almeno così sembra, Megaupload è tornato. Quasi un mese abbiamo dato la notizia che l’FBI chiudeva Megaupload e Megavideo per vilazione di copyright, ma sembra che i ragazzi di Anonymous non hanno preso bene questa notizia. Infatti prima hanno attaccato tutti i siti istituzionali e poi hanno rimesso in piedi la piattaforma di condivisione.
Anonymous ha ripristinato i backup del network di condivisione e poi ha comunicato tramite Twitter (il canale più utilizzato dai ragazzi di Anonymous) che Megaupload è tornato.
Naturalmente l’indirizzo è diverso ed è il seguente: http://109.236.83.66/

Ad maiora

N.B.
L’autore NON si assume nessuna responsabilità per il link del nuovo Megaupload, visto che neanche l’autore ha avuto accesso ma l’ha preso solamente per buono !!!

No Megaupload, no Data

Ormai è passato quasi un mese dalla chiusura di Megaupload e Megavideo e si iniziano a sentire i primi effetti. Infatti dal momento della chiusura del portale lo scambio dati in tutta internet è calato del 2/3 % (fonte:DeepField Networks ). Il Web user, dopo il primo senso di smarrimento, ha trovato subito nuove strade per condividere e scaricare. Infatti sembra che dopo la chiusura di Megaupload sia aumentato il traffico di altri portali per il P2P (Bit-Torrent, Emule) e sopratutto il traffico si è spostato dagli Stati Uniti all’Europa. Insomma sembra che fermare il Web user non sia così facile e in passato abbiamo avuto già esempi illustri, Winmx e Napster solo per citarne un paio.

Ad maiora