L’Egitto blocca Youtube

youtube-640

 

Ancora problemi tra Egitto e Youtube, infatti il governo egiziano ha deciso di bloccare in tutto il paese Youtube per 30 giorni. La causa è di aver diffuso il video “blasfemo” Innocence Of Muslims. Un giudice ha ordinato il blocco  di tutti gli accessi locali alla piattaforma di video sharing controllata da Google.

Ma perché questo film ha scatenato l’ira del mondo islamico tanto da bloccare la piattaforma di video-sharing più famosa al mondo? Innocence of Muslims parla delle tappe della vita di Maometto, viste però in chiave critica. Attualmente però non è arrivata ancora nessuna ordinanza a BigG.

Gli attivisti locali hanno detto che Hassouna Tawfiq, il giudice, ha bloccato la piattaforma per motivazioni personali e inoltre hanno ribadito che il giudice “ha conoscenze informatiche limitate” visto che un portale intero verrà bloccato per un solo video.

Ad maiora

 

 

L’Iran blocca Google

Il governo iraniano ha bloccato Google e tutti i suoi servizi, l’ha comunicato in diretta nazionale. Se volete approfondire andate qui.

Il motivo è sempre lo stesso: il film “Innocence of Muslims” che gira su Youtube. La censura è avvenuta tramite uno stringato comunicato: “Google e Gmail verranno filtrati a livello nazionale fino ad ulteriori notifiche“.

Il governo iraniano aveva annunciato da tempo di volersi fare una rete tutta sua lasciando fuori il mondo occidentale, questo fatto accelererà sicuramente il progetto. Infatti “entro la primavera del 2013, il governo di Tehran dovrebbe portare a termine le operazioni per una vera autarchia online“.

Ad maiora