Un bug su Twitter fa scaricare un file torrent

Problemi per Twitter un bug, cliccando il classico pulsante di Twitter, fa scaricare un file torrent

 

Fonte Foto: http://i.telegraph.co.uk
Fonte Foto: http://i.telegraph.co.uk

 

Problemi per Twitter un bug ha messo  in crisi molti webmaster, infatti sembra che cliccando il classico pulsante Social veniva scaricato un file torrent.

Infatti cliccando sul pulsante sembra si punti al download del seguente file widgets-tweet_button.html.torrent, dalle notizie che girano sul web sembra che il file non sia un file infetto però il fatto di vedere scaricare un torrent ha creato alcuno dubbi agli utenti.

Il problema sembra essere riconducibile solamente a Twitter, che però per adesso non ha ancora risposto. Il problema è già stato segnalato da altri blogger sia su WordPress che su Blogger. Un approfondimento della situazione si può trovare al seguente link: Tech.FanPage .

La comparsa del download di questo file è puramente casuale e può colpire qualsiasi sito web.

 

Ad maiora

 

Otto lettere per mandare in crash MacOsX, il bug più stupido della storia di Apple

“File:///”,  questa è la sequenza di caratteri (senza le virgolette) che manda in crash un MacOsX è stato definito il bug più “stupido” della storia di Apple.

A segnalare questo bug è stato Open Radar il quale l’ha testato su Tweetbot, Safari, Chrome, TextEdit, Note queste applicazioni sono tutte crashate appena digitato l’ultimo carattere “/“. Anche Skype non regge alla “furia” di questa sequenza di caratteri. Gimp sembra immune da questo bug.

L’unica cosa che conforta è che questo bug è limitato a Mountain Lion e che si applica solamente se digitiamo la sequenza File:/// , quindi basta evitarla.

Ad maiora

 

Facebook scopre un bug e blocca i link veloci

Fino ad oggi quando volevamo accedere a un contenuto Facebook metteva a disposizione un accesso veloce tramite il quale si faceva il login al Social Network. Secondo i tecnici di Facebook questo link doveva essere utilizzato e cliccato una volta sola (per questione di sicurezza e privacy).

Alcuni giorni fa questi link sono stati trovati copiati e funzionanti in rete in Russia e Cina, creando un grosso problema per Facebook sotto il punto di vista di sicurezza e privacy. Facebook è intervenuta subito per bloccare questo bug. Attualmente, fino a quando i tecnici di Facebook non capiranno come risolvere il problema, questi link sono bloccati.

Facebook si sta attivando anche per proteggere la privacy degli utenti russi e cinesi che hanno avuto l’account violato a causa di questo bug.

Ad maiora