Regolare meglio il volume sul MacOSX

 

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Ieri sera è arrivata una nuova e-mail per la rubrica “Chiedilo a Mr Tozzo” la quale diceva:

 

Ciao Mr Tozzo, tempo fa avevo letto da qualche parte che era possibile regolare in maniera più precisa il volume su MacOSX. L’ho immaginato o è vero? Ciao Marco

 

Si esiste un modo per regolare in maniera più precisa il volume  sul MacOsX e per farlo abbiamo bisogno solamente di eseguire una combinazione di tasti. Quando vuoi aumentare (o diminuire) il volume ti basta premere i due tasti del volume che trovi in alto a destra sulla tastiera del tuo MacBook, come puoi notare sullo schermo ti apparirà l’icona del volume con sotto dei piccoli quadratini che indicano il livello del volume.

Quando aumenti il volume i quadratini si riempiono completamente di bianco, invece quando diminuisci il volume i quadratini diventano neri, se invece vuoi essere più preciso ti basta eseguire la seguente combinazione di tasti: ALT+SHIFT+TASTO VOLUME.

Una volta eseguita questa combinazione di tasti sullo schermo vedrete apparire sempre l’icona del volume, ma sotto i quadratini si riempiranno in modo differente. Infatti potete notare che aumenterà (o diminuirà) il volume di  1/4.

 

CONCLUSIONI

Se hai problemi informatici, hai una domanda sul web o sui Social? Allora manda una e-mail a info@toxnetlab.com oppure manda un tweet a @Mr_Tozzo con l’hashtag #chiediaMrTozzo.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).

Trojan.Yontoo.1 ecco il nuovo virus che infetta i Mac

Una volta si diceva che bastava avere un Mac per essere al sicuro dai virus informatici, non è mai stato così e gli ultimi anni l’hanno dimostrato. Infatti il numero di virus per Mac è cresciuto insieme alla diffusione del sistema operativo di Cupertino.

Fonte Foto: http://www.nikla.net
Fonte Foto: http://www.nikla.net

Trojan.Yontoo.1 è il nome del nuovo virus che sta colpendo il sistema operativo di Cupertino, per la precisione è un malware – “il termine malware indica genericamente un qualsiasi software creato con il solo scopo di causare danni più o meno gravi ad un computer, ai dati degli utenti del computer, o a un sistema informatico su cui viene eseguito” – in particolare questo malware colpisce il browser web.

La scoperta è stata fatta da DrWeb che  tramite il loro sito web hanno comunicato la notizia di questo nuovo virus, il quale può colpire Safari, Chrome e Firefox basta che girino su Mac. La tecnica per infettare il browser con questo virus è semplice: utilizzano il  trailer di un determinato film e chiedono all’utente di installare un comunissimo plugin per il proprio browser per riuscire a visualizzare il filmato.

A questo punto il gioco è fatto, o meglio l’infezione, infatti l’utente viene dirottato su un altro sito dove viene scaricato in automatico il virus. Ora il falso plugin, una volta installato, andrà ad inserire nei veri siti web visualizzati normalmente dall’utente dei codici aggiuntivi con delle pubblicità e dei link sponsorizzati. Questo farà trovare l’utente davanti a delle pagine web trasformate, con discrezione, inserendo della pubblicità dove prima non era presente.

Come facciamo a rimuoverlo ? L’operazione è molto semplice, infatti basterà cancellare l’estensione che troveremo direttamente nel browser senza dover smanettare con le impostazioni del Mac.

Ad maiora

Otto lettere per mandare in crash MacOsX, il bug più stupido della storia di Apple

“File:///”,  questa è la sequenza di caratteri (senza le virgolette) che manda in crash un MacOsX è stato definito il bug più “stupido” della storia di Apple.

A segnalare questo bug è stato Open Radar il quale l’ha testato su Tweetbot, Safari, Chrome, TextEdit, Note queste applicazioni sono tutte crashate appena digitato l’ultimo carattere “/“. Anche Skype non regge alla “furia” di questa sequenza di caratteri. Gimp sembra immune da questo bug.

L’unica cosa che conforta è che questo bug è limitato a Mountain Lion e che si applica solamente se digitiamo la sequenza File:/// , quindi basta evitarla.

Ad maiora