Twitter: Io ti followo, tu mi followi altrimenti ti defollowo

E tu perché segui qualcuno su Twitter? Sei anche te un followers scambista?

Fonte Foto:

Twitter è, almeno secondo me, il miglior Social Media anche più di Facebook però ultimamente sto notando un fenomeno che ho ribattezzato la “sindrome del followers scambista“. Come funziona questa sindrome? Semplice, tu sei tranquillo a pensare ai tuoi affari e ti arriva una notifica: hai un nuovo follower. Il destino vuole che in quel momento non hai tempo per andare su Twitter e quindi ci vai dopo qualche ora, guardi il contatore dei followers e noti che non è aumentato.

L’altro caso è il seguente:  tu sei tranquillo a pensare ai tuoi affari e ti arriva una notifica: hai un nuovo follower. Tu guardi il profilo e poi lo segui anche tu, dopo pochi minuti arriva il defollow. Tutto questo perché ? Perché gli piace fare la gara a chi ha più followers.

 

ECCO PERCHE’ NON TI FOLLOWO

Il fatto che tu mi stia seguendo su Twitter non significa che io ti debba seguire e questi sono i motivi:

 

  • Sei una Agenzia di Comunicazione
  • Sei una Azienda
  • Il tuo profilo non è in linea con i miei interessi
  • Pubblichi solo cavolate
  • Non vivo H24 su Twitter quindi magari in questo momento non ho modo di collegarmi
  • Sei un followers scambista

Questi sono i miei motivi che mi portano a non seguirti, non te la prendere, ma seguirti solo perché mi segui mi pare una grande cazzata come quelli che si comprano i followers.

CONCLUSIONI

E tu cosa fai? Segui chi ti segue o adotti una logica prestabilita? Cosa ne pensi dei followers scambisti? Lascia il tuo parere nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

4 risorse utili se usi Twitter

Ecco 4 risorse utili per usare al meglio Twitter.

Fonte Foto:
 

Twitter, secondo me, tra i vari Social Media è il migliore perché non è un semplice Social Media dove pubblicare i propri pensieri. Infatti può essere una buona fonte dove reperire le informazioni più interessanti. Riusciamo ad ottenere il massimo da Twitter quando lo usiamo bene e a darci una mano possono essere questi 4 strumenti per Twitter.

 

VISIBLE TWEETS

Questo strumento è molto utile se organizzate eventi e volete mostrare i tweet che arrivano con l’hashtag del vostro evento. Infatti potete mostrare su schermo i tweet che arrivano con l’hashtag che avete impostato. Questo strumento può essere utilizzato andando qui.

 

RIFFLE

Se usi spesso Twitter per lavoro potrai trovare molto più utile, invece di usare l’account di Twitter, un plugin per avere tutto sotto controllo via browser. Ad esempio potete visionare statistiche, link e hashtag che vengono utilizzati più spesso. L’url di questo strumento lo trovate qui.

 

TWEETBOOK

Su Twitter nascono (alcune volte) delle discussioni veramente interessanti, io molto spesso ho trovato anche degli spunti per scrivere nuovi post, ed è un peccato perdere tutto questo. TweetBook può esservi di aiuto, infatti puoi creare narrazioni aggiungendo titoli, foto e commenti.  Il tutto puoi pubblicarla in PDF o ePub per poi condividerla. L’url per raggiungere questa risorsa puoi cliccare qui.

 

TWITRCOVERS

Questa risorsa serve per creare cover e background accattivanti, del resto anche l’occhio vuole la sua parte. Questa risorsa può essere usata andando qui.

 

CONCLUSIONI

Hai trovato utili queste risorse? Ne conosci altre? Lascia la tua opinione nei commenti sotto questo post, il tuo contributo sarà sicuramente utile.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).

Infinitweet se 140 caratteri non ti bastano

140 caratteri per un tweet non ti bastano? Allora prova Infinitweet.

applicazioni

Il bello di Twitter è quello di esprimere un concetto in soli 140 caratteri, certo se non hai il dono della sintesi questo potrebbe essere un problema. Infatti molti tweet in passato hanno creato molti danni  alcune volte per colpa di chi lo scrive, altre volte perché alcune volte è difficile esprimere un concetto in 140 caratteri. In questi giorni ho testato una applicazione che risolve questo problema.

 

INFINITWEET PER SUPERARE I 140 CARATTERI

L’applicazione che ho provato si chiama Infinitweet e si può scaricare da qui, l’applicazione è disponibile per iOS, Android e Chrome. Esiste una versione free e una a pagamento, se scegliete quella free avrete un banner pubblicitario in alto. Una volta scaricata e installata possiamo iniziare ad utilizzarla.

L’uso è molto facile infatti una volta aperta l’applicazione vi troverete davanti una schermata dove vi potete sbizzarrire con i vostri temi (ops volevo dire tweet). Una volta finito di scrivere il testo cliccate invio e si aprirà Twitter con il tweet impostato che si presenta in questa maniera.

 

tweet sharing

 

Come potete vedere il tweet viene impostato con una scritta che dichiara che avete usato l’applicazione Infinitweet per inviarlo e allegato trovate uno screenshot con quello che avete scritto. Semplice ma efficace !!

 

CONCLUSIONI

La soluzione a un problema non deve essere sempre complicata anzi, spesso, le soluzioni migliori sono quelle più semplici. Tu cosa ne pensi di questo programma ? Ne usi altri ? Bene allora lascia la tua opinione nei commenti sotto questo post.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi :D ).