[EPISODIO 3] – Lavorare su Internet: PR

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Chiudiamo la trilogia “Lavorare su Internet” parlando di Public Relations. Lavorare su internet non significa essere isolati nella nostra stanza davanti al nostro computer, ma bisogna fare Networking sia online che offline.

 

“Nessun uomo è un’isola” – John Donne

 

PR ONLINE

Essere presenti su internet con un blog, o un sito non significa che la gente ti troverà per leggere i tuoi articoli, ok avete fatto un otitmo lavoro SEO ma questo non basta avete bisogno di fare Networking.

SOCIAL NETWORK

Il primo passo è quello di curare la presenza sui Social Network e ancora prima decidere su quali essere presenti. Non è detto che dobbiate essere presenti su tutti, anzi alcune volte è controproducente perché alla fine rischiate di essere presenti su tutti ma “presenti male”.

Ad esempio un blog che tratta di cucina o di fotografia sicuramente dovrà essere presente su Pinterest. Quindi scegliete con cura i vostri Social e una volta scelti dovete curarli giornalmente.

DISCUSSIONI

Una volta che la vostra presenza sui Social è operativa dovete iniziare a “socializzare”, l’errore più comune che viene fatto è quello di aprire la propria pagina (ad esempio su Facebook) e aspettare che la gente venga a mettere il suo Mi Piace.

Frequentate forum, fanpage, gruppi e discussioni su Twitter che trattano del vostro stesso argomento e iniziate a dire la vostra, insomma fatevi conoscere. Evitate, almeno per le prime volte, di spammare subito l’url del vostro blog perché in questo caso potreste avere l’effetto contrario.

Se proprio dovete pubblicare all’interno di una discussione l’url di un vostro articolo, questo deve essere proprio fondamentale per risolvere un problema, deve avere il famoso valore aggiunto.

E-BOOK

Scrivi tanto sul tuo blog, ma non scordarti anche di scrivere il tuo e-book. Prendi un argomento, magari che hai trattato anche sul tuo blog, e approfondiscilo fai qualche ricerca impaginalo bene e poi pubblicalo.

Se il tuo e-book è valido sarà un modo anche per allargare la tua platea di lettori.  E-book a pagamento o E-Book gratis? Molti dicono che bisogna regalare qualcosa ai propri lettori, altri invece dicono che già lo fanno con il blog (visto che scrivono articoli utili in maniera gratuita) e che quindi l’e-book deve essere a pagamento.

Tu cosa ne pensi?

PR OFFLINE

Lavori online ok, ma questo non vuol dire che devi escludere il mondo reale anzi dovrai curare con molta attenzione questa parte.

DAI UN VISO AL TUO BUSINESS

Il cliente si sentirà molto più sicuro a trattare con te se al tuo blog dai un viso, ma un visto reale non basta mettere la foto sulla tua pagina About Me.

Passa a trovare fisicamente il tuo cliente oppure (se proprio sei impossibilitato) invece di chiamarlo al telefono fai una videochiamata con Skype. Insomma devi essere presente anche offline.

CORSI

Organizza corsi offline (oltre che quelli online) in questa maniera permetterai ai tuoi clienti di avere un contatto più diretto con te, un conto è fare domande via e-mail o chat e un conto è fare domande (e ricevere risposte) live guardando in faccia il proprio docente.

Inoltre questo sarà una occasione in più per mettere in luce le tue capacità e rinforzare il tuo business online.

EVENTI

Partecipa agli eventi che vengono organizzati per il tuo settore, sia in modalità utente che come Speaker,  in questo modo potrai conoscere nuove persone che potrebbero trasformarsi in futuri clienti.

CONCLUSIONI

Se pensavi che lavorare su internet significava non uscire mai di casa e stare sempre nella tua cameretta allora hai sbagliato. La parte di Networking è fondamentale e (forse) quella offline è anche più importante di quella online.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi 😀 ).

Cerchi un programma alternativo a Skype? Prova OOVOO

Cerchi una valida alternativa a Skype ? Prova OOVOO

Fonte Foto

 

Ha necessità di fare delle videoconferenze ma Skype ti sta stretto? Cerchi una alternativa valida? Allora ti consiglio di provare OOVOO.  Questo programma si può scaricare in maniera gratuita ed è disponibile sia per Windows che per MacOSX.

OOVOO consente di video-chattare fino a sei persone contemporaneamente e di condividere file e lo schermo (molto utile se devi fare assistenza da remoto). Se già usi Skype non avrai nessuna difficoltà ad utilizzare questo programma visto che la logica è la stessa, esiste anche una versione per device mobili (attualmente solo per iOSAndroid, Windows Phone e Fire Phone Amazon).

OOVOO, tra le varie funzioni interessanti, ha la possibilità di memorizzare l’informazioni dei contatti (tramite rubrica) e la possibilità di inviare dei video-messaggi a propri contatti. Grazie a questo programma avete la possibilità di fare fino a 6 videoconferenze contemporaneamente e gratis, a pagamento potete arrivare fino a 12 videoconferenze contemporanee.

Una delle funzionalità più interessanti di questo programma è quello di ottimizzare la banda per la videoconferenza  questo permette di non avere problemi (ritardo nell’audio o video a scatti) durante la videoconferenza.

OOVOO permette anche di effettuare telefonate internazionali, potete trovare la lista dei Paesi supportati qui.

Se ancora non sei diventato fan su Facebook di Toxnetlab’s Blog puoi farlo cliccando: Toxnetlab’s Blog Facebook.

Se il post ti è piaciuto metti un Mi Piace e/o lascia un commento e condividilo sui vari Social (sempre se vuoi  😀 ).

Sony 4K Ultra Short Throw Projector

Fonte Foto
Fonte Foto

 

Durante il CES2014 sono stati presentati molti prodotti interessanti e in particolare la Sony ha presentato un prodotto high-tech molto attento al design. Stiamo parlando del proiettore a tiro ultra-corto con sorgente luminosa Laser, il Sony 4K Ultra Short Throw Projector.

La caratteristica che colpisce subito è proprio il design che può fa confondere il prodotto come un complemento dell’arredamento.  Questo proiettore può riprodurre un’immagine di un minimo di 66″ ad un massimo di 147″.

Oltre il proiettore si possono aggiungere due moduli  che sono gli speaker audio e  altri due moduli che sono i contenitori per le sorgenti audio-video.

 

2-sony-unveils-4k-ultra-short-throw-projector-at-ces-2014

 

TECNOLOGIA UTILIZZATA

La tecnologia utilizzata da il  Sony 4K Ultra Short Throw Projector è quella LCD riflessiva con tre matrici da 0,74″ a risoluzione 4K, 4096 x 2160 pixel. La sorgente luminosa utilizzata garantisce un flusso luminoso di 2000 lumen.

Altre caratteristiche interessanti di questo prodotto sono:

 

  1. TRILUMINOS display
  2. Auto Color Calibration
  3. Motionflow
  4. Supporto alle sorgenti 3D

 

CONCLUSIONI

Il prodotto è molto bello  può essere definito come una sintesi tra tecnologia e design, il lancio sul mercato è previsto per questa estate negli USA.

Il prezzo di questo prodotto, non troppo abbordabile, oscilla tra i 30.000 e i 40.000 dollari. Beato chi se lo può permettere !!

 

Ad maiora